VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Patrick Dempsey, foto di © Kikapress


Nelle mani di Patrick Dempsey

Patrick Dempsey è il medico sexy di Grey's Anatomy, la serie tv che ci ha fatto dimenticare E. R. E lui riuscirà a reggere il confronto con George Clooney? La risposta è sì

da Vanity Fair n. 2/2006

VOTA [ 12345 ] (28 voti)
Negli Usa, il successo di Grey's Anatomy, in onda anche da noi su Italia 1 e su FoxLife, è dovuto, in buona parte al sex appeal di Patrick Dempsey, alias dottor Derek Shepherd, 40 anni il 13 gennaio.

Che effetto le fa essere paragonato a George Clooney?
«Non mi metta subito in imbarazzo. Certo lui è un magnifico modello. Ma io vengo da lontano, conosco le trappole del mestiere. Mi sono fatto un mazzo così...».

Il rischio di un personaggio come il suo è quello di rimanerci intrappolato. Non lo teme?
«Dopo soltanto due serie, non è il momento di pensarci. Ho firmato un contratto per cinque anni: mi pare un tempo ragionevole. Ma non ho intenzione di rinunciare al cinema: sto producendo un film sulle corse... E adesso posso farle io una domanda?».

Sentiamo.
«Lei è di Milano, vero? Milano è vicino a Monza? Dice che se l'anno prossimo vengo in Italia per promuovere Grey's Anatomy, un biglietto per il Gran Premio, me lo trovano?».

articoli precedenti

aggiungi un commento