VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Kristin Scott Thomas, foto di © Kikapress


11.01.2007

Kristin Scott Thomas: «Meglio Monica che Sharon»

La Stone? «Ter-ri-fi-can-te». La Bellucci, invece «è uguale a me». Intervista alla più aristocratica delle dive

VOTA [ 12345 ] (5 voti)
Tre film acclamati (Una top model nel mio letto, Chromophobia e La famiglia omicidi), un'intensa stagione teatrale a Londra, Pirandello compreso, una sua casa di produzione molto attiva, tre lungometraggi in preparazione. Perché un anno così bulimico?
«Perché le proposte erano irresistibili. Per esempio, avevo deciso di fare una pausa quando Paul Schrader mi ha proposto The Walker, un film dedicato agli omosessuali che accompagnano le signore a teatro o al cinema.  Abbiamo tutte conosciuto un walker nella vita. Ho voluto fare un omaggio agli amici gay che ci coccolano».

Non la rassicura vedere una cinquantenne come Sharon Stone in Basic Instinct 2?
«L'ho trovata terrificante. Ter-ri-fi-can-te. La negazione totale del proprio vissuto. È un vero peccato che una donna intelligente come lei sia caduta in questa trappola».

Pensa che un'attrice dovrebbe smettere di mostrarsi nuda sullo schermo dopo i quarant'anni?
«Certo che si può continuare a farlo. A patto che lo spettatore sia pronto ad accettare fatti fisiologici: tipo la pelle della pancia che comincia ad arrotolarsi su se stessa».

Lei ha saputo imporre uno stile molto particolare al cinema: quello della signora che seduce senza mettere in mostra i suoi attributi fisici. Qual è il segreto?
«Ha presente Monica Bellucci? Ho fatto esattamente come lei».

Prego?
«Anche Monica è riuscita a imporre il suo stile. Siamo due attrici atipiche. Lei è il simbolo della donna formosa, che non risparmia niente alla vista dello spettatore. Io faccio il contrario, non mostro niente, lascio immaginare, gioco sul registro della discrezione. Siamo due donne vere che non hanno bisogno di omologarsi ai cliché. Se io mostrassi le tette, sarei ridicola. Non ne ho».

articoli precedenti

aggiungi un commento