VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Foto ©Olycom courtesy Endemol

Milo Coretti.
Foto ©Olycom courtesy Endemol

sondaggio

Se fossi in Alessandro, davanti a una Melita perennemente in lacrime, cosa faresti?

La consolerei
La ignorerei
La mollerei

19.03.2007

Grande Fratello 7, Milo: «Ghivmi de martel, plìs»

Milo si destreggia con la lingua di Shakespeare, mentre Melita scarica la sua razione quotidiana di lacrime e lagnanze su Alessandro. Il pompiere non ne può più. Come non comprenderlo?

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
Riassunto della giornata di ieri: Melita piange, Massimo detto Orsacchiotto, è solo in discarica, Sonia cerca di dare lezioni d'inglese a una classe di allievi restii ad impegnarsi oppure la cui provenienza regionale fa a pugni con la lingua di Shakespeare. Parliamo di Milo che se potesse romanizzerebbe anche le piramidi. Per lui la traduzione inglese di martello è «martel», di cacciavite è «cacciaviting», di trapano e «trapaning» e così via.

Torniamo a Melita che piange. Sono le 10.50 di mattina. Cosa ci sarà mai dietro le sue lacrime? Sempre la stessa storia: Alessandro non la considera abbastanza. La trevigiana insiste su questo tasto premuto fino alla nausea: «Io mi sono esposta più di te in questa storia». Il pompiere di Trastevere non sa più come ribattere e questa volta è un po' scocciato. Esce in giardino per fumarsi una sigaretta e se il filo di fumo dovesse seguire quello del suoi pensieri, probabilmente sopra la sua testa si leggerebbe un bel «Ma che strazio 'sta qui!».

Verso sera, Andrea e Milo ragionano sull'uscita di Massimo. Ricordiamo che gli inquilini della casa sono convinti che Massimo sia stato eliminato perché il Grande Fratello aveva chiesto ai concorrenti un voto a scopo di eliminazione mentre in realtà si trattava di una nomination. Così Andrea dice: «Brutto modo di uscire quello di essere votato da tutta la casa». Milo è d'accordo. Poi, Andrea si rende conto che giovedì potrebbe fare la stessa fine. Intanto Massimo, in discarica prepara un cartello per suo padre: «19 marzo papà tanti auguri». Che bravo cucciolo, l'Orsacchiotto!

articoli precedenti

aggiungi un commento