VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Afef Jnifen (Foto David Bailey)

Afef Jnifen (Foto David Bailey)


10.04.2007

Afef Jnifen: «Adesso parlo io»

Dopo mesi di riserbo in cui ha scelto di stare in silenzio, nonostante lo scandalo delle intercettazioni e tutti i pettegolezzi, la signora Tronchetti Provera adesso dice la sua

di Giovanni Audiffredi su Vanity Fair n. 15 del 19 aprile 2007

VOTA [ 12345 ] (101 voti)
«Certo che è inquietante sapere di essere stata spiata. Ti senti violata. È come quando subisci un furto. Ma che cosa ci puoi fare? Ti arrabbi e poi passa. Anche perchè io non ho nulla da nascondere. Quindi non ho paura». Sono le parole di Afef che attraverso le pagine di Vanity Fair - che le dedica la copertina in edicola dall'11 aprile - ha scritto una lunga lettera memoriale e rilasciato un'intervista, entrambe in esclusiva.

La situazione difficile, i titoli dei giornali, hanno avuto ripercussioni in famiglia?
«Sì. Nel senso che io e mio marito ci siamo legati ancora di più. Credo in lui. Non mi ha mai delusa. Lealtà, fiducia, etica, moralità: questi sono i cardini del nostro rapporto».

Ci sarà pur stato un momento di turbamento?
«Certo quando vedi i giornali non puoi rimanere impassibile».

Voltafaccia ne ha subiti tanti in questi ultimi tempi?
«I miei amici sono pochissimi. E non mi sento tradita. Protetta casomai. Quella degli amici che ci hanno girato le spalle è una sciocchezza. Non considererei amiche le persone che lavorano con Marco. Sono professionisti, non li giudico».

E suo figlio, che ora ha quasi 16 anni, non ha risentito della situazione?
«Non credo che abbia colto molto. A quell'età ti occupi di altre cose».

Sta diventando un uomo. Preoccupata per lui?
«Samy protesta perché non lo faccio andare in discoteca: solo qualche volta al sabato pomeriggio, e solo con un angelo custode alle costole. Gli do libertà, ma controllo».

Di sesso, ne avete mai parlato?
«Una sola volta. Ho tirato fuori l'argomento profilattici. Sapeva tutto. Discorso chiuso».

Ma lei lo spia?
«Ho paura come tutte le mamme, però gli do fiducia. E faccio qualche controllino. È dura farmela».

Afef Jnifen, 42 anni, conduttrice della "Grande Notte" su Raidue, da 5 anni moglie di Marco Tronchetti Provera, presidente Pirelli.
Leggi l'intervista completa e la lettera di Afef
su Vanity Fair n. 15 in edicola

articoli precedenti

aggiungi un commento