VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Federico Zampaglione, 38 anni, romano

Federico Zampaglione, 38 anni, romano


13.04.2007

Zampaglione: «Il regista (cattivo) che è in me»

Da cantautore romantico a regista noir. È la trasformazione del leader dei Tiromancino, al suo primo film, Nero bifamiliare. Una commedia con personaggi grotteschi e una splendida Gerini

di Alberto Grandi

VOTA [ 12345 ] (1 voto)
Incontriamo Federico Zampaglione, 38 anni, romano, leader dei Tiromancino a Milano, alla presentazione di Nero bifamiliare, commedia noir che lo vede per la prima volta dietro la telecamera nelle vesti di regista, nei cinema dal 13 aprile. Gli abbiamo chiesto come mai ha deciso di passare dalla musica al cinema. Forse lo ha incoraggiato Claudia Gerini, sua compagna nella vita e attrice nel film?

Qual è il tuo rapporto con il cinema?
«Di grandi appassionato. Amo il cinema noir di Mario Bava e Dario Argento e la commedia di Mario Monicelli. Per Sergio Leone, nel mio film, ho girato scena-omaggio: l'entrata in scena dello sfasciacarrozze (impersonato da Adriano Giannini, ndr) in un orizzonte tremulo per la calura che richiama le atmosfere degli spaghetti western».

Come ti è venuta in mente l'idea di una storia sui problemi tra un assicuratore non molto onesto con il suo vicinato?
«Da un fatto di cronaca successo tempo fa. Poi, ho indagato nell'ambiente delle assicurazioni e scoperto i trucchi che certi assicuratori adottano per guadagnare illegalmente sulle polizze. Ho parlato dell'idea a Claudia e lei mi ha incoraggiato a farla diventare realtà».

Quanto è diverso girare un film dal comporre una canzone?
«Quando compongo una canzone, l'orologio non esiste. Posso chiudermi nel mio studio, comporre per due giorni e non accorgermi che il tempo è passato. Il set è un luogo con delle cadenze precise e pieno di variabili ed equilibri che possono passare in un attimo dalle stelle alle stalle».

C'è un filo conduttore tra le tue canzoni e questo film?
«Apparentemente no. Con i Tiromancino ho voluto sondare atmosfere intimistiche, romantiche, questo film tira fuori un lato beffardo e grottesco di me che forse il pubblico non sospetterebbe. Mi sono divertito a tratteggiare dei personaggi surreali».

Ultima domanda, più per il leader dei Tiromancino che per lo Zampaglione regista: un cd che hai sentito ultimamente e ti è piaciuto?
«Out of the Woods di Tracy Thorn».

Scopri i film al cinema dal 13 aprile 2007

articoli precedenti

aggiungi un commento