VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Kirsten Dunst (Foto Kikapress)

Kirsten Dunst (Foto Kikapress)


02.05.2007

Kirsten Dunst, lo voglio timido

Fa girare (di nuovo) la testa all'atletico Spider-Man. Ma a lei, ci ha giurato, i supereroi non piacciono per niente.

Di Francesca Scorcucchi su Vanity Fair n. 18 del 10 maggio 2007

VOTA [ 12345 ] (19 voti)
«Piacere, Kirsten», dice con la bocca piena, porgendomi la mano. Poi si imbarazza, si scusa, sbircia la brioche alla crema che ha nell'altra mano. Spiega: «Sono affamata». Addenta un altro boccone, butta giù un sorso di caffè ed è pronta a cominciare. Come sembra allegra, questa ragazza di 25 anni che sta per parlarci di uno dei film più attesi della stagione hollywoodiana − Spider-Man 3, che uscirà in tutto il mondo il 4 maggio e tre giorni prima, fortunati noi, è arrivato in Italia − e della sua fortunata carriera di attrice (ha cominciato bambina con la soap Quando si ama, è diventata famosa da ragazzina con Intervista col vampiro, e adesso, dopo essere diventata la regina di Francia in Marie Antoinette, è al suo terzo Uomo ragno)...
Ripensando alla sua infanzia, passata a girare soap opera e film, che cosa ricorda?
«Ero costretta a saltare la scuola, e mi dispiaceva perché amavo andarci. Il problema poi non erano solo le lezioni: i miei coetanei si divertivano alle feste, mentre io andavo a letto presto perché la mattina seguente dovevo alzarmi alle sei per raggiungere il set...».

Come si immagina all'età di sua mamma?
«Avrò famiglia e dirigerò o scriverò film. Sarò felice. Oppure farò le stesse cose di adesso e sarò felice comunque».

E pensa che avrà un uomo? Magari come l'Uomo ragno?
«Al posto di Spider-Man, preferirei Peter Parker, il suo alter ego: mi piacciono i ragazzi timidi, quelli che non sono famosi. Ho sempre avuto un debole per i secchioni».

Non è un po' sdolcinato come tipo?
«No, a me piacciono gli uomini dolci. Non voglio accanto a me qualcuno di cui non mi posso fidare al cento per cento, e degli uomini dolci ci si può fidare».

Che fine hanno fatto le ragazze sempre alla ricerca di uomini duri?
«Quella fase della vita passa, a un certo punto cerchi soltanto un compagno affidabile. Una brava persona».

Posso chiederle se è innamorata?
«Sono single. Non ho trovato il ragazzo giusto, quello che ti rapisce. Ho avuto solo tre relazioni importanti in vita mia (è stata con il figlio di Dustin Hoffman, con l'attore Ben Foster e infine per tre anni con Jake Gyllenhaal, la sua relazione più lunga, ndr). Ma quello che succede è che prima ti amano, poi sono gelosi, poi criticano la tua famiglia e va a finire che la detesti anche tu. No, grazie, non mi va più. E soprattutto, basta attori».

Leggi l'intervista completa
su Vanity Fair n. 18 in edicola

articoli precedenti

aggiungi un commento