VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Alessandra Ferri e Roberto Bolle

Alessandra Ferri e Roberto Bolle


19.06.2007

Quattro passi sopra il cielo

Alessandra Ferri e Roberto Bolle guardano New York come noi terrestri possiamo solo sognare. Lei sta per chiudere una carriera straordinaria, lui debutta sul palcoscenico americano. Ma da domani le loro vite, unite fino a oggi dall'amore per la danza, prenderanno strade diverse. Diverse come uno specchio e un piatto di spaghetti

di Paola Jacobbi su Vanity Fair n. 25 del 28 giugno 2007

VOTA [ 12345 ] (18 voti)
Tra pochi giorni, Alessandra Ferri diventerà un souvenir. Sarà una fotografia su un manifesto o una cartolina, un dvd con la registrazione di un balletto celebre... il 23 giugno... la sua serata d'addio alla danza. Ballerà Romeo e Giulietta con Roberto Bolle... Per lui, è la prima volta a New York...
Alessandra Ferri che, di anni, ne ha appunto 44, ha annunciato nei mesi scorsi che quella linea non l'attraverserà più. Perché? È in gran forma.
«Lei mi vede dall'esterno. Vede i muscoli tonici, vede che mi piego in due. Ma io lo so che il mio corpo sta cambiando e non voglio smettere su una nota triste...».

Da quanto tempo ci pensava?
«Ho spesso sognato di smettere, anche molti anni fa, perché alla vigilia di ogni spettacolo, io soffro, dormo male, sono tesissima...».

L'idea di lasciare la danza quando si è ancora all'apice piace anche a Roberto Bolle, che ammira Alessandra per questo.
«Quando sarà il momento, farò così anch'io...»

Roberto, la si «accusa» di essere un po' troppo famoso al di fuori del circuito della danza.
«E che male c'è? Anzi. Avvicina i giovani ai teatri...».

L'hanno aiutata le recensioni positive?
«No, anche leggere le critiche è un esercizio che si impara con il tempo. All'inizio, ogni riga mi sembrava fatale ma poi ho imparato, proprio osservando chi aveva più esperienza di me, che le recensioni, buone o cattive che siano, contano relativamente. Quel che fa la differenza è la reazione del pubblico in sala, il calore che ti trasmette».

Leggi il servizio completo
su Vanity Fair n. 25 in edicola

articoli precedenti

aggiungi un commento