VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Vanity Fair n. 41

Monica Bellucci su Vanity Fair n. 41


10.10.2007

Monica Bellucci: caro, ti sembro diversa?

Monica Bellucci diventa bionda al cinema nel film Le deuxième souffle e per Vanity Fair. Che le ha chiesto che effetto ha fatto sugli uomini vederla così. E su un uomo in particolare...

di Sara Faillaci da Vanity Fair 41/2007

VOTA [ 12345 ] (44 voti)
Signora Bellucci, gli uomini preferiscono le bionde?
«Posso dirle quello che ho notato io, da bionda. Gli uomini mi guardavano di più».

Perché, secondo lei?
«Il biondo è un elemento di attrazione. Credo che gli uomini ne siano istintivamente colpiti»   

...Si è tinta o indossa una parrucca?
«Mi sono tinta: la parrucca sapeva di finto. L'ho usata solo per fare una prova: volevo che Corneau fosse convinto della scelta».  

...Si piace bionda?
«Molto. Ma ben volentieri, subito dopo Le deuxième souffle, sono tornata mora per girare Sangue pazzo, di Marco Tullio Giordana. Racconta la storia d'amore tra Luisa Ferida e Osvaldo Valenti (attori simpatizzanti fascisti, giustiziati dai partigiani dopo un processo molto discusso, ndr). E la Ferida era mora».

Suo marito Vincent Cassel che cosa le ha detto quando l'ha vista con il nuovo look?
«Vincent non se n'è neppure accorto. Per noi attori, cambiare è all'ordine del giorno».

Vale anche per lei? Non si accorge delle trasformazioni di Vincent?
«Dipende. Di recente è ingrassato di venti chili per interpretare Mesrine, famoso criminale francese, ed è diventato gigantesco. Ora però è già a dieta: deve girare le scene iniziali, dove Mesrine è giovane e magro».   

...Che effetto le faceva sentirsi addosso gli sguardi degli uomini?
«Li ho sentiti presto. A 14 anni, dopo un'estate: il mio corpo di colpo era cambiato, ero già una donna, con tutte le mie curve. Avere gli sguardi addosso a volte mi piaceva, perché mi rendevo conto di avere potere; a volte, invece, mi infastidiva. Se ero dell'umore giusto attraversavo la piazza principale, altrimenti passavo per le stradine laterali».

Come si vestiva?
«Jeans e maglietta. Quando hai 14 anni, per essere bella non hai bisogno d'altro».

A quanti anni il primo fidanzatino?
«A 14 anni e mezzo. Lui ne aveva 19 ed era convinto che io ne avessi 17. Mi ricordo che al mio compleanno, il quindicesimo, pensava fossi diventata maggiorenne. Siamo stati insieme due anni e mezzo; ho sempre avuto storie lunghe».

Tutti più grandi?
«Sì, di qualche anno. Tutti molto svegli e un po' selvaggi, come del resto Vincent. Il genere "uomo quadrato" non mi è mai piaciuto». 

Leggi l'intervista completa su Vanity Fair n. 41

articoli precedenti

aggiungi un commento