VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Anne Hathaway

Anne Hathaway


15.10.2007

Anne Hathaway, Pretty Princess cresce...

Anne Hathaway torna al cinema, e interpreta la scrittrice inglese Jane Austen alle prese con l'unico amore della sua vita. Signorina, a proposito, come va con il fidanzato italiano?

di Paola Jacobbi da Vanity Fair n. 41/2007

VOTA [ 12345 ] (2 voti)
...Lei ha un fidanzato benestante, una carriera in ascesa e fa anche attività benefiche nel Terzo Mondo, compreso un documentario assieme ad Angelina Jolie in Cambogia: una ragazza modello. Niente casini alla Lindsay Lohan.
«Non sono perfetta, sono solo riservata. E, soprattutto, non voglio che la mia famiglia si vergogni di me».

È molto legata ai suoi genitori e ai suoi due fratelli. Uno di loro, Michael, è gay. Ci sono stati problemi ad accettare la cosa?
«Nessuno. I miei sono tolleranti e hanno sempre messo al primo posto la nostra felicità, non l'appartenenza a una categoria. E frequento omosessuali fi n dalla nascita. Letteralmente: il migliore amico di mia madre, quello che venne a trovarla in clinica subito dopo il parto, è gay. E quando nel novembre scorso Michael ha sposato il suo compagno, gli ho fatto da testimone».

...Non è che Hollywood è un po' come Miranda del Diavolo veste Prada? Cattiva ma affascinante?
«No, Miranda è molto più complessa, molto meno ovvia. Certo, a Hollywood bisogna stare attenti a non perdere il senso della propria identità. Però, se capita, non è perché si viene stregati dal suo fascino, ma solo perché si entra in un meccanismo frenetico, dove non si ha più tempo per pensare».

...A proposito: il suo fidanzato ha legami con il Vaticano. Immagino che vi sposerete in chiesa.
«È presto per parlare di matrimonio».

Ha conosciuto i genitori di Raffaello?
«Sì. La prima volta che ci siamo visti, nella loro casa a Foggia, non ho fatto una gran figura. Avevo il jet lag e non capivo una parola di quello che mi dicevano. Raffaello mi ha detto che ero molto piaciuta, perché mi avevano trovata semplice. Ma in inglese simple vuol dire anche stupido: ero un po' perplessa. Nel tentativo di recuperare con la mamma, ho cercato di fare un complimento in italiano ai quadri che suo marito dipinge per hobby. Solo che non mi ricordavo se beautiful si dicesse "bello" o "buono". E allora, indicando il quadro, ho detto: "Questo molto buonello"».

È vero che esiste un'ipotesi di sequel per Il diavolo veste Prada?
«A me piacerebbe molto. Io ed Emily (Blunt, l'attrice coi capelli rossi che interpretava la Prima Assistente, ndr) avremmo pensato a una storia in cui le due ragazze girano l'Europa. Ma per ora non se ne fa nulla».

Leggi l'intervista completa su Vanity Fair n. 41
GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

articoli precedenti

aggiungi un commento