VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Kikapress

Kikapress

AMERICAN GANGSTER UN RECORD PER DENZEL

Quattro anni fa American Gangster doveva vedere alla regia Antoine Fuqua e nei ruoli di Lukas e Roberts, Denzel Washington e Benicio Del Toro, ma poi gli alti costi della produzione portarono la Universal a rinunciare al progetto, licenziare Fuqua e pagare ugualmente gli attori che avevano già firmato il contratto. Denzel Washington ricevette 20 milioni di dollari.

Quattro anni dopo il progetto tornò nei desideri dei produttori. Questa volta alla testa c'era Ridley Scott. Denzel Washington tornava ad essere della partita e, al posto di Del Toro, arrivava Russel Crowe. Nuove paghe per tutti e Denzel Washington si vedeva recapitare un nuovo assegno da 20 milioni.

In totale American Gangster è fruttato a Denzel Washington 40 milioni, teoricamente il più alto salario della storia del cinema.
Non importa, per Universal, che l'ha prodotto si tratta comunque di un successo. Il film ha incassato ad oggi 180 milioni di dollari raccontando una storia americana di delinquenza e corruzione.


28.12.2007

Denzel Washington: «Il mondo è un disastro ma io sono ottimista»

I media e la guerra. La società e l'impegno individuale. E, infine, il valore della famiglia. Ecco cosa ci mina e cosa ci salverà nella società di oggi secondo Denzel Washington

di Ilaria M. Linetti

VOTA [ 12345 ] (8 voti)
In American gangster si racconta come si facesse arrivare la droga negli Stati Uniti nelle casse dei soldati morti in Vietnam. Ora in America c'è polemica perché nessuna immagine delle bare dei ragazzi morti in Iraq viene mostrata. Tom Hanks ha detto che i media che dovrebbero informare non lo sanno più fare, hanno paura, dei potenti e di ferire l'opinione pubblica...
«Non solo stiamo facendo gli stessi errori, ma ne aggiungiamo anche di nuovi. E' un errore non mostrare quelle immagini».

Cosa pensa della situazione internazionale? Vede qualche spiraglio di speranza nel futuro?
«E' un vero disastro e non solo in Medio Oriente, ma un po' ovunque. Stiamo vivendo un momento drammatico: rabbia, odio, malizia, ingordigia. Viviamo in una societa' marcia, ma credo possa migliorare e che sull'altro piatto della bilancia ci sia anche tanto bene. Qualche volta pero' devi uscire e aiutare qualcuno, insomma fare qualcosa».

Quindi c'è ancora speranza?
«Non avrei messo al mondo dei figli se non fossi ottimista».

Com'è Denzel Washington padre?
«Credo di essere un genitore attento. Diventare padre ha rafforzato una mia convinzione: un essere umano deve saper ascoltare».

articoli precedenti

aggiungi un commento