VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Ascanio Celestini

Ascanio Celestini in Appunti per un film sulla lotta di classe


31.01.2008

Ascanio Celestini: «Sono un uomo tranquillo. Però...»

Sta per uscire il suo documentario sul lavoro precario Parole Sante, ed è in tour con i otto spettacoli. Iperattivo? No, appassionato solo di impegno civile... e di  Claudia Cardinale. Celestini si racconta e avverte: quello che siete dipende da voi

di Francesca Anna Giorgetti

VOTA [ 12345 ] (16 voti)
Quanto ti ami? E quanto ti odi?
Né l'uno né l'altro... Sono una persona come tutte: vivo di relazioni.

Il libro che hai sul comodino?
Rumore bianco di Dom De Lillo; Se consideri le colpe di Andrea Pajani; gli studi sui nuovi lavori precari della casa editrice Sensibili alle foglie.

Il film preferito?
La ragazza di Bube, un vero capolavoro con una strepitosa Claudia Cardinale.

Cosa ti fa stare bene?
La tranquillità. L'ozio. Passare del tempo insieme a mio figlio. Come cittadino, sapere che ci sono persone che si occupano della propria condizione.

Cosa ti manca invece?
La mia città, Roma. Come cittadino mi manca molto l'informazione, che è quasi tutta prodotta da uffici stampa. Non esiste praticamente più.

Il lavoro precario è un tema che ti sta molto a cuore...
È una situazione di illegalità che coinvolge 4 milioni di italiani.

Quali sono le soluzioni possibili?
Fare lo sforzo etico di non accettare più di lavorare sottopagati, anche perché significa rubare agli altri lavoratori. Prendere coscienza che ci sono dei diritti che persino le leggi italiane. Auto-organizzarsi con altri lavoratori e rappresentanti sindacali.

articoli precedenti

aggiungi un commento