VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Laetitia Casta

Laetitia Casta, 30 anni a maggio, recita in La jeune fille et les loups, da poco nelle sale francesi


04.03.2008

Laetitia Casta:
«Io guardo l'anima»

Cinque anni fa cominciava la sua storia d'amore con Stefano Accorsi. «Non durerà», si diceva. Invece dura. Tanto che hanno infranto un tabù e girato il primo film insieme. Il loro segreto? Forse che sono «due pazzi», o forse un altro, più intimo

Di Enrica Brocardo su Vanity Fair n. 10/2008

VOTA [ 12345 ] (20 voti)
...A metà febbraio, è uscito nei cinema francesi il primo film dove Laetitia Casta e Stefano Accorsi lavorano insieme. La jeune fille et les loups, del regista Gilles Legrand, è ambientato a cavallo della prima guerra mondiale. Laetitia interpreta una ragazza con la passione per i lupi, che lotta contro la regola non scritta che solo gli uomini posso diventare veterinari. Mentre lui è Giuseppe, una specie di buon selvaggio, che vive tra le montagne. In compagnia dei lupi, appunto.

...Come è stato lavorare con il suo compagno?
«Stefano è un attore fantastico. Nelle scene che abbiamo girato insieme, ho visto di fronte a me solo il personaggio. Il nostro privato non ha influito».

Quindi la regola che vi eravate imposti − «mai sullo stesso set» − è superata?
«Totalmente».

Com'è la vostra vita, lavoro a parte?
«Siamo due pazzi. A lui piace che io sia felice, a me piace che lui sia felice... Lalalalalalala... Quando lui gira un film, io lo seguo, e lui fa lo stesso con me. Siamo una specie di famiglia gitana».

Allora vi converrebbe davvero lavorare insieme.
«Magari dal punto di vista professionale sarebbe un po' limitante... Lo sa, è dall'inizio che lei mi fa domande sulla mia vita di coppia. Il fatto è che io non ho ancora capito come funziona. Forse, se avessi ottant'anni, potrei fare un bilancio, ma sono troppo giovane».

...Lei è diventata madre la prima volta a 23 anni. Perché così giovane?
«Non l'ho pensato, mi è venuto. Certe cose, se ci rifletti sopra, non le farai mai».

Anche lei, come il suo personaggio, potrebbe innamorarsi, o almeno, provare attrazione per un buon selvaggio?
«Certo. Lei no? Io guardo l'anima di una persona. L'amore è complicato, non si può prevedere. Conosco donne che sono andate in Africa e hanno sposato uomini Masai. La vita è bella per questo».

Per l'imprevedibilità?
«La cosa che mi piace di più è conoscere qualcuno che mi fa cambiare idea».  

... Da qualche mese si fanno gli stessi discorsi anche per un'altra coppia: Carla Bruni e Nicolas Sarkozy.
«Nessuno può prevedere se un amore durerà. Di loro si è parlato troppo, non mi va di aggiungere altro».

C'è prevenzione nei confronti delle modelle, delle donne che lavorano nello spettacolo?
«C'è invidia per chi vive una storia d'amore. A me, invece, fa piacere vedere due persone che si amano: è la cosa più bella del mondo. Non voglio dare giudizi».    

Leggi l'intervista completa su Vanity Fair n. 10/2008

articoli precedenti

aggiungi un commento