VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Guarda la gallery

sondaggio

Per David Duchovny si impara a essere ironici rispetto al sesso con l'età. Cosa ne pensi?

Concordo pienamente
Non sono d'accordo: l'età e l'esperienza non contano in questo senso
Non saprei

17.07.2008

David Duchovny: «Il sesso? Sul set mai con la propria moglie»

di Ilaria M. Linetti

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
David Duchovny è sposato da 11 anni con l'attrice Tea Leoni, dalla quale ha avuto due figli (Madelaine Kay, 9 anni, e Kyd Willer, di 6). Vorrebbe lavorare con sua moglie sul set?
«L'ho diretta, una volta [ndr House of D, 2004 ] ma non credo che potrei recitare con lei, soprattutto non interpretare una coppia sullo schermo.
Credo che al pubblico non piacciano queste cose; quando io vedo un film in cui due persone, sposate nella vita reale, stanno insieme mi chiedo perché non facciano queste cose in privato». 

Ancora una curiosità: cosa l'ha spinta a scegliere di nuovo il piccolo schermo?
«La scoperta della tv via cavo: le stagioni durano solo 12 settimane e non 24 come nei canali pubblici. In più, questo tipo di tv è un luogo più libero e creativo: si può utilizzare qualsiasi tipo di linguaggio, usare parolacce, mostrare scene di sesso che altrove verrebbero censurate. Neanche il cinema indipendente è più così libero, cercano tutti di vincere la lotteria.
La tv via cavo non deve accontentare tutti, dai bambini di 7 anni ai 65enni. Per quanto riguarda il ruolo, era un po' di tempo che aspettavo una parte comica, ma adulta, un personaggio goffo ma non troppo. L'umorismo in Californication è nero, molto è basato sulle battute e non sulla commedia fisica. Diciamo che il copione giusto mi è arrivato al momento giusto».

articoli precedenti

aggiungi un commento