VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Monica Bellucci fotografata da Douglas Kirkland

Monica Bellucci fotografata da Douglas Kirkland nella parte che fu di Gina Lollobrigida in Pane, amore e fantasia

Guarda la gallery

23.09.2008

Buon compleanno Vanity Fair/5 anni di passione
La madrina
Monica Bellucci, la donna che visse due volte

«Quando ho posato la prima volta per voi, non ero ancora una madre». Le sue due vite la Bellucci ce le ha raccontate in 9 puntate. Scusi, Monica: come si vede nella decima?

>> I PROTAGONISTI IN VIDEO 
>>
LE FOTO DI DOUGLAS KIRKLAND

Di Silvia Nucini su Vanity Fair 39/2008

VOTA [ 12345 ] (11 voti)

Il nostro giornale ha un legame speciale con Monica Bellucci: nove copertine in cinque anni...«...mi avete seguita in tutte le tappe più importanti di questi ultimi anni». Non ha calcolato che sono cinque e, quando glielo dico, un po' si spaventa: «Oddio! Dicono che la vita sia divisa in cicli di cinque anni, chissà che cosa mi aspetta adesso...».

Effettivamente la teoria del lustro... funziona. «Quando ho scattato la vostra prima cover, nell'ottobre 2003, ero una donna, ma non ancora una madre. Finiva un'epoca bellissima e ne iniziava una ancora più entusiasmante: da lì a pochissimo sarei rimasta incinta». Nove mesi dopo Fabrizio Ferri l'avrebbe ritratta col pancione: aspettava Deva. «Era un momento magico, mi sembrava di volare...». E, tre mesi dopo, Monica era ancora sulla nostra cover, con la manina di Deva sulla faccia. «Che emozione....».

Difficile farle dire quale sia la sua cover preferita tra le due.... «Ma mi piacciono anche quelle successive, che mi raccontano ... come una donna che vive, lavora, ama». Perché anche lei... tiene insieme tanti ruoli, nella vita e sullo schermo. L'ultimo è quello che ha interpretato nel film L'uomo che ama, accanto a Pierfrancesco Favino e con la regia di Maria Sole Tognazzi, che aprirà la Festa del Cinema di Roma, il 22 ottobre. «Una storia al maschile raccontata da una donna...».

Per il nostro omaggio al grande cinema del passato, invece, ha posato per Douglas Kirkland nei panni di Gina Lollobrigida: «Un'attrice che è pura Ispirazione...». Le chiedo come si vede su una futura copertina di Vanity Fair. Ipotizziamo: con un Oscar in mano? Un nuovo pancione? Un nuovo marito? Esclude quest'ultima («Vincent mi va benissimo») ... Mi dà una risposta e poi però mi dice: «No, no, non lo scriva. ...non vorrei sfidare la sorte su una cosa cui tengo tanto. Ma se va come l'altra volta...» 

<< Vanity Fair. 253 volte con amore          Vanity Fair. Il backstage >>

articoli precedenti

aggiungi un commento