VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Anna Tatangelo<BR>Foto: Alan Gelati

Anna Tatangelo, Foto: Alan Gelati


05.01.2009

Anna Tatangelo:
«Chi gioca può farsi male»

Soprattutto quando il gioco fa scandalo e rischia di mandare all'aria una carriera. Quando i contro sono più dei pro e stai sveglia fino alle 5 del mattino aspettando un sms sul cellulare.
Di Giovanni Audiffredi su Vanity Fair n. 2/2009

VOTA [ 12345 ] (29 voti)
Anna non è una persona malleabile. C'è voluto del tempo, sul set di queste foto, per convincerla a togliersi il trucco - «Così tutti vedranno le mie lentiggini» -e il reggiseno push-up: «Un'ora di palestra a giorni alterni, non m'ingozzo ma pretendo di mangiare. Il seno è l'unica cosa che mi sono rifatta, per colmare il bikini e l'insicurezza».

...Altri complessi?
«Mostro poco volentieri le gambe, e non fotografatemi scalza perché ho i piedi grossi. E poi ho la voce troppo fine negli acuti - comincio adesso a studiare canto - e non so suonare uno strumento».

...Non si può dire che, finora, la cosa le abbianuociuto.
«Perché prima mi buttavo. Salivo sul palco senza riscaldare le corde vocali, piena di sfrontatezza. Pensavo solo: "Se va bene,bene, se va male, amen". Ora sto incamerino col mal di pancia, emozionata,anche prima di entrare in uno studio Tv».

...Cresciuta troppo in fretta?
«Un po' sì, se pensa che ho solo 22 anni(li compie il 9 gennaio, ndr) e non sono mai andata a ballare con le amiche. Mi ha fregato la troppa voglia d'indipendenza. Non sopportavo il gesto di papà, che dava la paghetta ai miei fratelli. Lo faceva con affetto, ma io ho sempre preferitole cose guadagnate».

...Torna spesso a casa?
«Sempre. L'unico vero rimpianto che ho è di avere abbandonato la mamma. Sono la piccola di casa, quella che lei avrebbe voluto godersi di più, e invece sono l'unica che ha tagliato la corda. Spesso mi sento in colpa».

...Sua madre glielo rimprovera?
«Non sarebbe nel suo stile. Lei ha sempre lavorato tanto e incoraggiato i figlia inseguire i loro sogni. Solo qualche lacrima quando riparto».

...E della storia con D'Alessio, un uomo diventi anni più vecchio di lei, con una famiglia che lo ha già reso nonno, che cosa le ha detto?
«Era incredula. Mia madre non è una che si lascia intimidire da Gigi D'Alessio. Non le interessava per nulla che lui fosse famoso. Mi ha guardata e mi ha detto: "Stai attenta. Ti rendi conto di quello che stai facendo?". Mi ha spinta a riflettere».

Leggi l'intervista completa su Vanity Fair n. 2/2009

articoli precedenti

aggiungi un commento