VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Anna Tatangelo<BR>Foto: Alan Gelati

Anna Tatangelo, Foto: Alan Gelati


05.01.2009

Anna Tatangelo:
«Volevo essere io la sua donna, in tutto»

Sembra una canzone per Sanremo, è la storia d'amore di due cantanti molto famosi raccontata da lei, che per lui (nome in codice Grazia ) ha sfidato il mondo.
Leggi l'intervista completa su Vanity Fair n. 2/2009

VOTA [ 12345 ] (29 voti)
...Mai avuto dubbi sulla vostra relazione?
«È una cosa più grande di noi. Certo, se avessi messo su un foglio i pro e i contro,avrebbero vinto i contro. Questa storia ha fatto scandalo, la mia carriera poteva uscirne stroncata. Sono stata additata come una rovina famiglie, quando non c'era nessuna famiglia rovinata. Tutti in casa D'Alessio sapevano come stavano le cose. Però ho preferito stare zitta».

...Ammetterà che quella di D'Alessio era una situazione complessa.
«Certo, era un bel carrozzone. Ho pensato:o fuggo o me la godo. In questa casa sono entrata in punta di piedi e adesso non sono solo accettata, ma amata da tutti. Ho posto un'unica condizione».

...Quale?
«Gigi qui a Roma viveva con la sorella. Volevo essere io la sua donna, in tutto. Anche ai fornelli: ho imparato a cucinare meglio di come canto. Se dovevamo fare solo i fidanzatini, allora meglio ciascuno a casa sua. Gli ho detto: "Mi sto prendendo le mie responsabilità, tu prenditi le tue". E Gigi non si è mai sottratto».

...Per un certo tempo avete tenuto segreta la vostra storia. Le manca quel periodo di clandestinità?
«Per niente: a me piacciono le cose alla luce del sole. Ma prima volevo capire che cosa mi stava succedendo. Gigi voleva uscire, andare al ristorante. Io mettevo il freno».

...Però sarà stato romantico vedersi di nascosto.
«Certo, ti senti sommersa dalle attenzioni. Fino alle 5 del mattino a mandarsi messaggini. Per tre mesi, prima che trovassi il coraggio di parlare con mia madre, per lui sul mio cellulare avevo un nome in codice: Grazia».

...Non ha mai avuto un momento di sconforto?Non ha mai pensato: mollo tutto e torno a Sora?
«Certo che ci ho pensato. Ma tra il dire e il fare c'è di mezzo che io Gigi lo amo».


Leggi l'interivsta completa su Vanity Fair n. 2/2009

articoli precedenti

aggiungi un commento