VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Niccolò Fabi. Courtesy Universal

Niccolò Fabi, 41 anni. Il suo nuovo album è Solo un uomo. Foto courtesy Universal

Guarda la gallery

sondaggio

Qual è l'album migliore di Niccolò Fabi?

Il giardiniere
Niccolò Fabi
Sereno ad Ovest
La cura del tempo
Novo mesto

23.06.2009

Niccolò Fabi: «La rotaia no...»

Vivere in maniera consapevole e combattere la routine casa-lavoro-consumo. Il cantautore romano racconta come fare

VOTA [ 12345 ] (6 voti)
Avere un figlio e una famiglia possono chiuderti. Cosa ne pensi?
Sì: il pericolo è che si crei una rotaia che collega la casa con il posto di lavoro. È molto comodo ma è difficile uscirne. E capita a tutti i livelli. Faccio un esempio: è comodo andare al supermercato perché in un'ora si compra tutto. Dai pannolini al cacciavite a croce, alle zucchine. L'importante è essere consapevoli che il ferramenta sotto casa ha una scelta migliore, che il produttore locale di zucchine ha un atteggiamento diverso, che le uova delle galline allevate a terra e di quelle di batteria sono diverse. La consapevolezza è la base di tutto.

Fai la spesa da produttori locali?
Ci provo. Ad esempio dal sito Zolle.it, dove è possibile ordinare carne, ortaggi e frutta  provenienti dalle aziende della zona attente all'ambiente.

Riesci a essere sostenibile anche nella tua attività musicale, con concerti a impatto zero ad esempio?
I concerti a impatto zero se li possono permettere Jovanotti o Vasco, non gli artisti con una produzione più piccola perché le dinamiche tecniche sono più complesse. Non è solo nei grandi gesti mediatici o di marketing che si afferma la sensibilità a certe questioni, ma anche nelle parole che si scrivono, nella musica che si fa.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?
In autunno partirò per un tour teatrale.

E questa estate?
Presenterò il disco e parteciperò a qualche festival. E poi arriverà il tempo privato con la piccola: sarà un'esperienza pazzesca accompagnare Olivia a fare i primi bagnetti al mare...

articoli precedenti

aggiungi un commento