VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Peter Fonda in un'immagine recente (in alto) e in una scena del film <I>Easy Rider</I>. Foto Getty Images

Peter Fonda. Getty Images

sondaggio

Chi era l'attore più sexy di Easy Rider?

Peter Fonda
Dennis Hopper
Jack Nicholson

01.07.2009

Peter Fonda, segni particolari: Easy Rider

Per Peter Fonda il tempo sembra essersi fermato. Il biker trasgressivo icona di ribellione oggi è un quasi settantenne ancora in cerca di grandi sfide. Con un unico rimpianto, forse

di Laura Frigerio

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
È entrato nel mito grazie a Easy Rider, film del 1969 simbolo di un'intera generazione. Ora Peter Fonda è alla soglia dei 70 anni, eppure non li dimostra minimamente: non solo si mantiene perfettamente in forma (avrà seguito le lezioni di sua sorella Jane, esperta in fitness?), ma ha lo spirito di un ventenne!

Easy Rider compie 40 anni. Che può dirci della sua nascita?
«Era il 1967. Mi ricordo ancora che lo scrissi di getto una notte, tra l'1.30 e le 4.30 di notte». 

Di getto?
«Volevo 'scuotere la gabbia' e penso che anche oggi ce ne sia bisogno». 

Trova molte differenze tra la generazione raccontata nel film e quella attuale?

«In fondo in fondo no, perché Easy Rider esprime il malessere nonché la rabbia nei confronti dell'establishment e quindi finisce per essere sempre contemporaneo».

Però per l'epoca suonava molto trasgressivo...

«Si, tra le altre cose i nostri personaggi fumavano tranquillamente marijuana. Comunque, se posso, vorrei ricordare che la marijuana non fa così male come si pensa: viene anche usata nelle terapie per i malati terminali».

In famiglia era un ribelle?
«In alcuni periodi della mia vita sì. Mi ricordo che una volta mi trovavo a casa di mio padre e con lui c'erano la sua quinta moglie (che nella testa non aveva nulla) e due uomini d'affari. Durante la cena mi sono messo a parlare di alcuni atteggiamenti sessuali considerati all'epoca illegali mettendo così in imbarazzo tutti».

Ribellione giovanile o davvero rapporti così così con papà Henry Fonda?

«Purtroppo lui non è mai stato un uomo di molte parole, quindi sia io che mia sorella Jane abbiamo imparato delle cose da nostro padre... solo per osmosi».

Per osmosi? Ovvero?
«Mio padre possedeva una sorta di fattoria che produceva di tutto, poi mia madre provenendo dall'Ontario sapeva coltivare bene la terra. Questo mi ha portato ad essere sensibile nei confronti dell'ambiente e a tematiche come il cambiamento climatico». 

Che ci dice invece di Peter Fonda oggi: a cosa sta lavorando in questo momento?

«Mi sto concentrando in particolare su due progetti: un soggetto sui pirati della Somalia e un documentario su un Easy Rider il cui titolo dovrebbe essere Cercando l'America. Lo so che data la mia età molti pensano che io debba andare in pensione, ma io non ho alcuna intenzione di fermarmi!».

articoli precedenti

aggiungi un commento