VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

IDENTIKIT

Nato nell'Iowa il 17 maggio 1966, Hill Harper ha studiato legge ad Harvard accanto all'attuale Presidente degli Stati Uniti per poi scegliere la carriera di attore. Nel 2004 conquista la fama recitando nello spin-off ambientato a New York del criminal CSI. Autore di un libro dedicato agli adolescenti difficili (Letters to a Young Brother), nel 2008 ha partecipato al video di WillIAm Yes We Can, a supporto della candidatura di Barack Obama, ed è membro della Obama for America National Finance Committee


06.07.2009

Hill Harper: «La forza di Obama? Pensare positivo fuori dal coro»

Pensare positivo suona facile ma non lo è. A volte comporta rinunciare al percorso più semplice, altre volte implica un esercizio di pazienza quasi estremo    di Lorenzo Citro

VOTA [ 12345 ] (5 voti)
TAGS:
Gli Stati Uniti hanno un nuovo presidente, Barack Obama, che era tuo compagno di corso ai tempi dell'Università... hai qualche ricordo di allora?
«Io e il presidente Obama ci siamo conosciuti ad Harvard dove abbiamo frequentato per tre anni il corso di legge. Spesso giocavamo a basket insieme. E' una persona fantastica e già allora tutti noi lo consideravamo il presidente della nostra classe, il numero uno.
Eppure, cosa che lo rende un esempio eccezionale, nonostante fosse il numero uno, a dispetto di tutto e tutti, Obama decise di abbandonare una carriera legale avviata per aiutare attraverso la Legge le persone più bisognose. All'epoca venne criticato, ma poi è diventato ciò che sappiamo tutti».

E di lei che si diceva ad Harvard?
«Di me dicevano che io ero ancora più pazzo perché volevo fare l'attore».

Qual è il più grande pregio di Obama?
«Sa seguire la sua strada senza farsi intimorire o forviare. Per esempio, durante la campagna elettorale, molti collaboratori ritenevano si dovesse fare della "pubblicità negativa" nei confronti degli avversari perché era quello che facevano tutti. Così come consigliavano di rispondere con cattiveria a chi faceva campagna contro. Barack era risoluto: "Perché mai dovremmo fare come fanno gli altri? Dobbiamo fare cose positive e continuare verso il nostro obiettivo". Credo che questo atteggiamento lo rappresenti bene, penso sia la sua qualità migliore».

articoli precedenti

aggiungi un commento