VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)


10.07.2009

Buzz Aldrin: «Perché mi date dell'imbroglione?»

A 40 anni dallo sbarco sulla luna, l'astronauta, tra i membri dell'equipaggio che portò a termine la missione, è stanco di accettare con garbo l'istintiva incredulità davanti al compiersi di uno dei più grandi sogni dell'umanità. E dice la sua dal palco del Roma Fiction fest     di Valeria Blanco

>> vai alla home dello SPECIALE: STRALUNATI

VOTA [ 12345 ] (0 voti)
Chi crede che il primo sbarco dell'uomo sulla luna, il 20 luglio 1969, sia stata una bufala, lo accusa di essere un ottimo attore. Sarà per questo che il settantanovenne colonnello Buzz Aldrin ha deciso di diventarlo davvero?
Interpreta se stesso in Moonshot: l'uomo sulla luna, film tv che sarà trasmesso da History channel per celebrare il quarantesimo anniversario dell'allunaggio.
Gli scettici direbbero che di nuovo la fiction si mescola con la realtà. Lui, invece, non ha dubbi.

Perché in tanti non credono alla missione Apollo 11?
Perché, me ne rendo conto, è un evento storico così grande e sognato che sembra incredibile.

E questo scetticismo, la irrita?
Da decenni mi sento dare dell'imbroglione. Non è una cosa che prendo alla leggera, tant'è che sono ormai noto per aver preso a pugni un regista. Non ne sono fiero, l'ho fatto senza pensare alle conseguenze. Ma i miei colleghi astronauti hanno apprezzato molto.

Che pensa di Moonshot ora che l'ha visto?
Non mi ci sono riconosciuto. Ho trovato la ricostruzione dei fatti non molto fedele alla realtà.

Oggi si parla di nuove missioni sulla luna...
Per gli americani non avrebbe senso: ci siamo già stati. L'obbiettivo, ora, sono altri pianeti.

Come ci si sente sulla luna?
E' inspiegabile: l'unica via per capire cosa si prova, è andarci.

Col senno di poi, lo rifarebbe?
Non lo so. Per fortuna non devo prendere oggi questa decisione.

Crede negli extraterrestri?
Non credo ci sia alcuna forma di vita sugli altri pianeti.

articoli precedenti

aggiungi un commento