VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)


21.07.2009

Alessandro Terrin: «Siamo ragazzi fortunati»

Per la passione per il nuoto si fanno molte rinuce. Soprattutto da giovanissimi. Ma col tempo lo sport premia l'atleta. Anche fuori dal medagliere

VOTA [ 12345 ] (4 voti)
TAGS:
Si dice che gli sportivi oltre ad avere un bel fisico, siano portatori di un messaggio positivo. Concordate?
«L'atleta è sinonimo di vita sana, quindi pulita. Noi, frequentando un ambiente sano, mangiando sano, vivendo sano, in qualche modo richiamiamo un'idea di salute all'ennesima potenza» risponde Alessandro Terrin.

E cosa vi hanno insegnato l'agonismo, lo sport, nella vita?
Nicola Cassio: «Il senso della competizione leale, con regole ben precise che vanno rispettate. E' un valore importante soprattutto in questo periodo in cui si comincia a dubitare della legalità e si assite all'abuso dell'illegalità».

E nel quotidiano?
«Lo sport mi ha reso ligio ai miei doveri. Facendo i confronti con un mio coetaneo, ad esempio, un ventiquatrenne universitario, che si può permettere di uscire la sera e, se non studia un giorno, non è un grossissimo problema, noi se saltiamo un allenamento è quasi un disastro. E anche uscire di sera, non dormire, non riposare significa tanto. Lo sport mi ha insegnato ad avere misura senza nulla tagliare al divertimento, mi ha responsabilizzato».
Emiliano Brembilla riporta qualcosa di molto simile: «Il nuoto, dovendomi allenare due volte al giorno, tutto l'anno tranne due settimane d'estate, da sempre, ha tolto un po' di tempo alle amicizie, alle serate in discoteca. Però, posso dire che mi ha dato più di quanto mi abbia tolto. 
Mi ha fatto girare il mondo, mi ha dato la disciplina, l'essere in orario, il rispettare gli avversari, l'essere costanti, l'avere un obiettivo e raggiungerlo, l'impegnarsi ogni giorno, l'essere diligenti, il conoscere il proprio corpo... Penso che chi pratica sport, in generale, viva la vita in modo diverso: in chiave sportiva, con agonismo, anche se magari lo sport è puro passatempo e non l'attività principale»

Certo, non è tutto rose e fiori. Almeno quando si parla di rapporti interpersonali:
«L'agonismo comporta molto stress ed essere sotto pressione e in tensione 2-3 volte all'anno, per le manifestazioni importanti, nei rapporti a due può creare fastidi...» ammette Terrin.

E quindi, come si fa?
«Ci si viene incontro. Devi essere fortunato per trovare una ragazza che stia più dietro a te di quanto tu non riesca a fare con lei. Io sono tra i fortunati»

articoli precedenti

aggiungi un commento