VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Luca Argentero, 31 anni. Foto Julian Hargreaves

Luca Argentero, 31 anni. Foto Julian Hargreaves

sondaggio

Qual è il film più bello di Luca Argentero?

Diverso da chi?
Solo un padre
Lezioni di cioccolato
Saturno contro
A casa nostra

21.07.2009

Luca Argentero:
«Grazie perché...»

Grazie perché non è più il 68 che racconta nel suo nuovo film, «ma quello che hai intorno puoi sempre rivoluzionarlo [...]». Grazie perché, «alla prima torta in faccia in tv», gli è passato davanti il treno del cinema. E grazie perché [...] Myriam gli ha detto sì
LA PHOTOGALLERY

di Silvia Nucini su Vanity Fair 30/09

VOTA [ 12345 ] (11 voti)
[...] Luca Argentero si sposa il 25 luglio e, quando gli chiedo come saluterà il suo stato di uomo libero, sgrana gli occhi [...] «Mi fanno senso le lap dancer», risponde. [...] «Vivo da cinque anni con Myriam (Catania, attrice e doppiatrice..., ndr) e il matrimonio non cambierà nulla nelle nostre vite. Anzi, sì, ci darà un'energia nuova».

[...] Dopo essere stato il concorrente più anomalo del Grande Fratello n. 3[...]«alla prima torta in faccia in qualche programma tv» [...] Luca Argentero ha aspettato che passasse qualche treno migliore [...]. Ne sono passati otto, ed erano film. Il prossimo sugli schermi (da settembre) si chiama Il grande sogno ed è il Sessantotto visto da Michele Placido.

Com'è lavorare con un regista che è anche attore?
«[...] Lui non ti spiega le scene, si mette lì e le interpreta[...] Per prepararmi alla parte mi ha fatto studiare sui testi sacri del comunismo [...]»

[...] Luca ha la parte di Libero, uno che fa politica, mena e fuma. «Avevo smesso da otto mesi. Poi Michele il primo giorno di set urla: "... ho deciso che Libero fuma". E così ho ricominciato [...] Mentre ne accende una, mi indottrina sul significato del sì davanti a Dio. «I cardini del matrimonio religioso sono tre: fedeltà, indissolubilità e procreazione ».

...Fedeltà.
 
«È la base di tutto [...]»

Capita anche di innamorarsi, però.
«Certo, quello può accadere [...]».

Cardine numero due: indissolubilità.
«Vedi sopra».

Tre: procreazione.
«Voglio un figlio, tantissimo [...]».

[...] Ma: «Vuoi sposarmi?» gliel'ha chiesto?
«Sì. Due volte...».

Alla prima aveva detto no?
«No, ma volevo una riconferma [...]»

[...] Parliamo del prima: è stato un colpo di fulmine?
«Ci siamo incrociati sul set di Carabinieri e pam-pam».

Non vi conoscevate neanche di nome?
«No. Lei non aveva la più pallida idea di chi io fossi, del Grande Fratello [...]».

Ci rimase male?
«Ma no, in fondo la mia partecipazione al GF è stata casuale [...]»

E allora perché?
«Era un gioco con un premio finale, volevo vincere i soldi».  

Ma senza farsi stritolare dal meccanismo.

«[...] Bisogna fotterlo, il sistema».

Fuck the system?
«Sì [...] nel senso di [...] saperlo sfruttare a proprio vantaggio».

Non come Libero [...] del Grande sogno, che la rivoluzione la voleva fare sul serio.
«[...] Adesso [...] l'unica salvezza è pensare a ciò che ti sta intorno».

Come?
«Nei modi più banali. Se detesti la maleducazione, devi sempre dire grazie e per favore. Dire grazie cambia la giornata a te e a chi se lo sente dire» [...]

articoli precedenti

aggiungi un commento