VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

Guarda la gallery

25.08.2009

Simona Ventura. Stefano Bettarini. Secondo tempo

C'è stato un primo tempo spettacolare per gioco (e amore) ma finito in modo burrascoso. Poi un lungo intervallo, durante il quale meditare su un matrimonio andato in frantumi e legami che però non possono finire. Così oggi la loro partita ricomincia. In un altro campo

di Sara Faillaci su Vanity Fair 35/09

VOTA [ 12345 ] (7 voti)
Porto Cervo, venerdì 7 agosto
«Ventura, reggi ancora: sei in forma», dice Stefano Bettarini. «Grazie, caro. Crollerò tutta in un colpo ». «Ti sono cresciute le tette: non mi ero mai accorto che le avessi così grosse». «E io noto che ti stanno ricrescendo i capelli... ». Battute rubate dal set fotografico [...] allestito nella villa sarda dello stilista Carlo Pignatelli. Ma anche un'anticipazione di quello che i telespettatori vedranno da domenica 13 settembre su Raidue, nella sedicesima edizione di Quelli che il calcio, l'ottava condotta da Simona Ventura. Che a sorpresa, come novità per quest'anno, ha voluto a commentare le partite in studio l'ex marito calciatore.

Stefano - Viareggio, martedì 11 agosto
Tutto ha inizio una sera dello scorso inverno. Bettarini è a casa dell'ex moglie in visita ai figli Niccolò, 10 anni, e Giacomo, 8. Simona gli chiede di fermarsi a cena. La proposta di lavoro arriva non appena sono soli. «Te lo chiedo non come padre dei miei figli, ma perché ti stimo professionalmente ». Oggi, seduto sulla terrazza del ristorante dei bagni Principe di Piemonte, nella sua Versilia, ha l'aria rilassata mentre si gode il mese di vacanza con i figli. [...] «Quando abbiamo detto ai bambini che avremmo lavorato insieme, hanno chiesto: ma chi conduce? Ho risposto: conduce la mamma, il babbo è nel cast».

Avevate sempre detto che non avreste mai lavorato insieme.
«Volevamo tutelare i figli. Temevamo che la stampa sarebbe tornata a tirare fuori il passato, i motivi della separazione[...]».

Oggi che cosa è cambiato?
«Sono passati cinque anni. I dissapori che sempre accompagnano un divorzio sono stati messi da parte per il bene dei figli, che sono la nostra priorità. Oggi il nostro rapporto è ottimo [...]».

Non teme di passare per raccomandato?
«Da quattro anni ormai faccio Tv [...]».

Quale sarà il suo ruolo in trasmissione?
«Commenterò le partite con Massimo Caputi, ma farò anche interviste in esterno. L'idea di Simona è di farmi innamorare di nuovo del calcio, un mondo che mi ha profondamente deluso».

Perché?
«[...] È un mondo che non conosce solidarietà né riconoscenza, come hanno dimostrato i fischi all'ultima partita di Paolo Maldini. [...]».

Da commentatore, che cosa dirà?
«Quello che voglio. A differenza di quelli che non criticano le società per tenersi aperte le porte professionali [...]». 

La diplomazia non è il suo forte. La Ventura non è preoccupata?
«A lei piace proprio il fatto che io parli a ruota libera. Mi ha voluto per questo».

[...] Tra voi è davvero tornata l'armonia. Sul set c'è stato qualche simpatico sfottò.
«Ci divertiamo. Sulle tette la prendo in giro perché io non volevo che se le rifacesse [...]».
[...] 
 
Simona - Guzzano di Camugnano, lunedì 17 agosto
La casa dove i genitori di Simona Ventura passano le vacanze estive - e dove lei, da sempre, trascorre il Ferragosto, ultimo scampolo di ferie - è sull'Appennino bolognese, a tre quarti d'ora di curve dall'uscita dell'Autosole [...]. A tavola ci attendono i tre bambini - Giacomo, Niccolò, Caterina - e una teglia di lasagne preparate dalla sua mamma [...].

Pronta per ripartire?
«Carica a pallettoni. Mi aspetta un settembre intenso. Il 13 settembre riparte Quelli che il calcio, e devo lavorare al cast dell'Isola dei famosi, in onda a gennaio [...]».

Il casting migliore l'ha fatto ingaggiando il suo ex marito a Quelli che.
«Ho sempre creduto che Stefano sarebbe stato bravissimo in questo ruolo - il calcio è stato la sua vita - ma doveva arrivare il momento giusto. C'è un tempo per tutto: per il dolore, per il rancore, per tessere un rapporto di fiducia e amicizia per i nostri figli e ora anche per lavorare insieme [...]».

Non teme che qualcuno l'accusi di usare il privato per fare audience?
«A chi dovesse pensarlo, rispondo che in Italia la parola divorzio significa nella maggior parte dei casi guerra, genitori che usano i bambini uno contro l'altro. Con questa esperienza credo al contrario di dare il buon esempio: tra ex coniugi, oltre che buoni genitori - questo lo siamo sempre stati -, si può essere amici [...]».

[...] Bettarini accusa il suo ambiente di avergli voltato le spalle in un momento di difficoltà.
«La solidarietà nei mondi competitivi - il calcio come lo spettacolo - non si trova facilmente. La differenza tra me e lui è che io non me l'aspetto».

[...] Che cosa prova ora per lui?
«Grandissimo affetto. Il nostro è stato un rapporto che mi ha fatto soffrire, ma anche regalato tante risate [...]».

Risate mi sembra continuiate a farle.
«Lui è toscano, sempre con la battuta pronta, e io sono una caciarona».

Bettarini scherza sulle sue tette.
«Non voleva che le rifacessi. Andare dal chirurgo è stato il mio primo vero gesto di ribellione nei suoi confronti». [...]


ll servizio completo è su Vanity Fair 35/2009

articoli precedenti

aggiungi un commento