VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Michelle Hunziker, 32 anni.

Michelle Hunziker, 32 anni, fotografata per Vanity Fair a Los Angeles. Ha appena finito di girare il film Natale a Beverly Hills, nelle sale il 18 dicembre. Foto Mark Liddell

Guarda la gallery

10.11.2009

Michelle Hunziker: «Quello che voglio da un uomo»

«Aspetto che arrivi di nuovo, nella mia vita, il momento in cui mi sento dire: facciamo un bambino. [...]». Eravamo andati a Los Angeles per farle raccontare Natale a Beverly Hills. Ha finito per raccontarci molto ma molto di più
LA GALLERY DI VANITY
VINCI UN GIORNO CON MICHELLE

Di Sara Faillaci su Vanity Fair 46/2009

VOTA [ 12345 ] (6 voti)
Sto aspettando un uomo che mi dica: "Voglio un figlio da te". [...] A 32 anni, Michelle Hunziker ha certezze e idee così chiare che, fossi un uomo, mi spaventerei un po'. Invece il suo, di uomo (quello, per lo meno, che un mese fa lo era), non sembrava avere l'aria spaventata quando l'ha accompagnata sul set di questo servizio fotografico a Los Angeles [...].

L'uomo in questione è Luigi De Laurentiis, 30 anni, professione produttore [...].

Quella tra Michelle e Luigi è una storia fatta, come tante, di alti e bassi. [...] Ma pochi giorni fa [...] un articolo uscito in Germania ha dato la loro relazione per finita [...].

Lei dice sempre che vuole altri figli. Pensa che Aurora ne sarebbe contenta? «Molto. [...]».

Forse dovrebbe iniziare a lavorarci.
«Non dipende solo da me».

Forse corre un po' troppo. Gli uomini, soprattutto italiani, hanno tempi lunghi.
«Per me ogni storia o sfocia nella creazione di una famiglia entro un tot, o non mi interessa. [...]»

Se quell'uomo le chiedesse di aspettare?
«Basta che mi dica: amore mio, tu sei la donna con cui io farò dei figli. [...]».

A proposito di progetti[...] Natale a Beverly Hills è il suo terzo cinepanettone consecutivo [...]
«[...] Neri (Parenti, regista e sceneggiatore, ndr) è venuto a Milano, mi ha detto che aveva scritto la storia apposta per me e mi ha convinto. [...]».

In autunno è tornata a lavorare anche nella Tv tedesca[...]: Wetten, dass..? è lo show di maggior successo in tutta Europa.
«[...]Per me è stato come rivivere la sfida di due anni fa, quando ho presentato il Festival con Pippo». 

Eppure in Italia non ha ancora mai condotto un programma da sola.
«[...] Sto lavorando a un programma con Ballandi, ma prima lo porteremo in teatro. [...]».


Da donna impegnata da sempre a tutelare
le donne - con l'avvocato Giulia Bongiorno ha creato a questo scopo la fondazione Doppia Difesa - non le hanno dato fastidio gli scandali in cui il premier è stato coinvolto?
«Se le cose che gli vengono attribuite fossero vere, sarebbe grave. Ma è ancora tutto da verificare[...]».


Lei era molto amica di Enzo Biagi. Fu proprio Berlusconi ad allontanarlo dalla televisione pubblica, e lui non si riprese più.
«Ne soffrì tantissimo. Quando è morto, mi sono chiesta che cosa stesse provando Berlusconi [...]. Biagi era un bene culturale nazionale, capisco che fosse difficile essere criticato da un personaggio di quella portata».
[...]

articoli precedenti

aggiungi un commento