VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Archivio Condé Nast

Archivio Condé Nast

sondaggio

Che rapporto hai con il tuo cellulare?

Simbiotico
Intenso
Essenziale
Non ho il cellulare

23.05.2007

Panico da cellulare

Un'indagine italiana rivela che la dipendenza da cellulare
può generare ansia e attacchi di panico

di Alice Politi

VOTA [ 12345 ] (1 voto)
Ansia, fobie, attacchi di panico: la dipendenza da cellulare rischia di mettere a dura prova il nostro equilibrio psico-fisico. A lanciare l'allarme è Paola Vinciguerra, psicoterapeuta e direttore dell'Unità Italiana Attacchi di Panico della Clinica Paideia di Roma. Il rischio è che l'eccessivo utilizzo del telefonino possa condurre a una dipendenza cronica. Secondo l'esperta, infatti, sarebbe opportuno "liberarsene" almeno una volta alla settimana, poiché è stato appurato che «il cellulare copre le nostre ansie e quando per qualsiasi motivo viene a mancare, queste riaffiorano violentemente creandoci un malessere che se non individuato e affrontato può tramutarsi, negli anni, in Disturbo di Attacchi di Panico (Dap)».

La valutazione è frutto di un'analisi condotta dalla stessa psicoterapeuta su 500 pazienti affetti da Dap, dalla quale è emerso che in almeno la metà dei casi gli attacchi di panico erano legati anche al rapporto di dipendenza dal telefonino.
A usare il cellulare come "ansiolitico" erano soprattutto uomini di età compresa fra i 40 e i 45 anni, con una vita lavorativa molto attiva e ruoli di responsabilità.

articoli precedenti

aggiungi un commento