VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Archivio Condé Nast

Archivio Condé Nast

sondaggio

Secondo te, mentono di più:

gli uomini
le donne
entrambi
non so

10.07.2007

Come smascherare
un bugiardo

Uno studio compiuto tra Italia e Inghilterra rivela quali dettagli aiutano a capire se la persona che abbiamo di fronte sta mentendo

di Alice Politi

VOTA [ 12345 ] (10 voti)
Il luogo comune vuole che il bugiardo accompagni la propria menzogna con gesti che denotano nervosismo, quali toccarsi il naso oppure arrotolare una ciocca di capelli fra le dita. Ma un nuovo studio, realizzato dalle università di Bergamo, Roma e Portsmouth, e pubblicato sulla rivista Journal of Nonverbal Behaviour, sembra spostare l'attenzione su aspetti differenti.

Secondo gli autori della ricerca, che ha coinvolto 128 studenti di psicologia, il vero modo per scoprire un millantatore è valutare l'enfasi con cui si fanno certe affermazioni e "la portata" dell'atteggiamento metaforico abbinato, come mettersi la mano sul cuore.

Chi mente, infatti, tende a mantenere il controllo sul proprio corpo, diversamente da quanto si è comunemente portati a credere.

Per ottenere questi dati, gli psicologi a capo dell'indagine hanno chiesto agli studenti volontari di affermare di possedere determinati oggetti, solo in parte realmente posseduti. Gli studiosi hanno quindi osservato la gestualità dei ragazzi, distinguendo tra gesti metaforici, rigidità e assenza di gesti e soppesando anche l'enfasi posta da ognuno nell'avvalorare la propria tesi.

Risultato: chi mente è, in genere, meno propenso a compiere gesti "rivelatori": nel bugiardo, infatti, movimenti come toccarsi il naso o i capelli compaiono il 20 per cento in meno rispetto a chi è sincero. Al contrario, è alta la tendenza a enfatizzare il discorso, usando abbondantemente frasi "accorate" in cui si esprimono amore e lealtà.

articoli precedenti

aggiungi un commento