VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)
Archivio Condé Nast

Archivio Condé Nast

sondaggio

Quante amicizie intime puoi dire effettivamente di avere?

Una
Due
Tre
Più di tre
Non ne ho

10.09.2007

Le amicizie del cuore?
In via d'estinzione

Abbiamo contatti, in media, con 750 persone, ma possiamo contare su meno amici intimi rispetto a vent'anni fa. Fra le cause: tempi più lunghi al lavoro e l'avvento di Internet

di Alice Politi

VOTA [ 12345 ] (13 voti)
Il migliore amico? Per le nuove generazioni potrebbe diventare una figura poco più che leggendaria. Secondo una nuova ricerca realizzata dalla Duke University su un campione di 1500 individui, i lunghi tempi trascorsi sul posto di lavoro e lo sviluppo di Internet stanno rendendo i giovani "orfani" di amicizie strette.

A detta dei ricercatori, infatti, mentre vent'anni fa una persona aveva in media 3,5 confidenti con cui condividere i segreti più intimi, oggi la percentuale è scesa ad appena due amici. Una persona su quattro, inoltre, non ha nessuno con cui potersi confidare, mentre negli Anni '80 capitava soltanto a una persona su otto.

I più "solitari" risultano i ventenni che hanno perso i contatti con i compagni di scuola e di università e non hanno trovato nessuno che li sostituisse. Le amicizie strette, in pratica, sono state rimpiazzate da una moltitudine di relazioni tra colleghi di scrivania e amicizie nate in chat.

Dallo studio emerge anche che la media di conoscenze attribuibile a ogni individuo è di circa 750 persone. Tra questi, però, bassissimo è appunto il numero di chi supera il cosiddetto "test di fiducia". Un cambiamento significativo a questo proposito è quello che ha visto la figura del migliore amico sostituita da quella del partner o della partner, che al giorno d'oggi sembra ricoprire anche il ruolo di principale confidente, oltre che di amante.

articoli precedenti

aggiungi un commento