VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

sondaggio

Ti senti più giù di tono:

Il lunedì
Il mercoledì
Il venerdì
Nel weekend

29.05.2008

La sindrome del lunedì? Superata dal mercoledì

Secondo un nuovo studio il giorno più a rischio
per l'umore è a metà settimana Di Alice Politi

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
Svogliati del lunedì mattina, ricredetevi! Non è più questo il giorno in cui si è maggiormente giù di tono. Nuovi studi sembrano infatti dimostrare che i lunedì al lavoro non sono giornate così terribili come si è soliti pensare. Al contrario, a risultare più "grigi" del previsto sono il venerdì e il sabato, ma soprattutto il mercoledì.

Charles S. Areni dell'Università di Sidney e Mitchell Burger del NTF Group hanno chiesto a 202 soggetti di descrivere l'umore tipico per ciascun giorno della settimana. Le risposte sono state abbastanza ovvie: i momenti peggiori sono vissuti di lunedì, i migliori di venerdì e sabato.

Non contenti di ciò, i due studiosi hanno poi pensato di re-intervistare altre 351 persone ogni giorno della settimana, chiedendo loro come si sentissero in quella precisa giornata.
Risultato: l'umore è risultato prevalentemente stabile nel corso dei sette giorni. I lunedì non apparivano così deprimenti come si pensava e i venerdì non risultavano così entusiasmanti come era stato predetto. Il picco, negativo, di umore si registrava invece di mercoledì.

articoli precedenti

aggiungi un commento