VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Bastano 2 minuti: controlla la tua posta elettronica e segui le istruzioni contenute nella mail che ti abbiamo appena inviato.
Con un click confermi la tua iscrizione a Style.it e inizi subito a navigare nel nuovo mondo di Style.it da protagonista! Se non hai tempo in questo momento, non c'è problema! Puoi scoprire le novità del sito e navigare fra i nostri servizi, i nuovi canali, la community. Però ricorda che se confermi la tua iscrizione e navighi sempre come utente loggata... c'è più divertimento!

VECCHIO UTENTE

Ciao!

Hai visto quante novità su Style.it? Una nuova grafica, una nuova community e moltissime nuove opportunità per diventare protagonisti del sito. Vuoi scoprire il mondo di Style.it? Contatta la redazione inviando un email a lestylersietevoi@style.it e riceverai le istruzioni per confermare la tua registrazione.
Basteranno pochissimi click! :-)

UTENTE NON RICONOSCIUTO

Utente non riconosciuto!

La password e l'utente/email che hai inserito non sono stati riconosciuti. Se non sei ancora registrato, cosa aspetti? Basteranno pochissimi click! :-)

L'autore teatrale Tino Caspanello

sondaggio

L'ultima volta che sei stata a teatro:

una settimana fa
un paio di mesi fa
un anno fa
più di un anno fa
non vado quasi mai

19.05.2009

FRAGILE/pagina 4

Hai già visto il servizio a pag 123 di Glamour di Giugno? Ecco
il testo completo dell'opera teatrale di Tino Caspanello,
autore cult della scena italiana. Da stampare e, perché no,
da recitare in coppia in uno speciale tête-à-tête...

VOTA [ 12345 ] (3 voti)
TAGS:
(segue dalla terza pagina)

Lei
       Sì, ti ho visto, sai? Ti ho visto tante volte gonfiare i palloncini anche quando io non ci sono.
Lui       Ma se mi hai visto, allora c'eri!
Lei       C'ero e non c'ero. Tu eri solo.
Lui       Non l'avrei fatto.
Lei       No, lo facevi da solo.
Lui       Sapevo che mi stavi spiando.
Lei       Cosa?
Lui       Eh, proprio così!
Lei       Mi spiavi?
Lui       No, che quella che spiava eri tu.
Lei       Io non ti ho mai spiato.
Lui       Mi guardavi di nascosto, mentre tentavo di gonfiare un palloncino.
Lei       Io non ti ho mai spiato.
Lui       Non ci riuscivo, volevo provare da solo.
Lei       Lo so.
Lui       Non volevo che ti accorgessi che non sapevo gonfiare i palloncini.
Lei       Ma cosa dici?
Lui       L'inizio è stato difficile.
Lei       Io pensavo...
Lui       Non ci si sveglia da un giorno all'altro e si comincia a gonfiare palloncini. Lei       Tu...
Lui       Cosa?
Lei       Tu sei il più bravo.
Lui       Io, cosa?
Lei       Tu sei il più bravo gonfiatore di palloncini che io conosca.
Lui       Dai, smettila.
Lei       E' vero, sai? Il più bravo. E se c'è qualcun altro più bravo di te... beh, non lo voglio conoscere.
Lui       (Mentre scoppia ancora il palloncino che stava gonfiando) Il più bravo, eh? Lei       Sì! Lo fai con... eleganza, con stile e con una certa classe anche. Dai, vieni qua.
Lui       Perché?
Lei       Vieni qua. Ecco, mettiti così, la testa un po' sollevata, una gamba avanti, l'altra più indietro.
Lui       Così?
Lei       Sei perfetto! E adesso provaci.
Lui       Pensi che ci riesca?
Lei       Sì.
Lui       (Gonfia ancora un palloncino che finirà per scoppiare) Il più bravo, eh? Lui       Non ci si sveglia da un giorno all'altro e si comincia a gonfiare palloncini. Lei       Questo l'hai già detto.
Lui       Ah, sì?
Lei       Sì, l'hai detto prima.
Lui       Non ci ho fatto caso.
Lei       E comunque non è sempre così.
Lui       Che vuoi dire?
Lei       C'è gente... c'è gente che si inventa di tutto.
Lui       Da un giorno all'altro?
Lei       Anche.
Lui       Beh, io no.

(continua...)

articoli precedenti

aggiungi un commento