Vinitaly al via,
tutte le novità

di Laura  Forno 

Le cantine internazionali, i nuovi vini bio, gli eventi collaterali e il "fuori salone"

Laura  Forno

Laura  Forno

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Vinitaly apre la sua 46° edizione con alcune interessanti novità. La prima è il cambiamento della data di inizio, prevista per domenica 25 marzo, (a differenza degli altri anni, quando iniziava il giovedì), passando da cinque a quattro giorni di esposizione, per chiudere mercoledì 28 marzo.

La seconda è un interessante grand tasting dei 100 migliori produttori nazionali di tutte le regioni italiane, selezionati dalla prestigiosa rivista di settore Wine Spectator, in programma sabato 24 marzo nei saloni medievali del Palazzo della Ragione, in centro a Verona.

In anteprima assoluta, durante il salone, sarà presentata anche ViViT, la rassegna dedicata ai vini naturali prodotti da agricoltura biologica e biodinamica, che raccoglierà 125 espositori da Italia, Francia, Austria e Slovenia. Inoltre, sarà possibile degustare tutti i vini premiati con i Tre Bicchieri del Gambero Rosso - quest'anno saranno ben 375- e si potranno confrontare bollicine italiane e inglesi e Chardonnay di Champagne, dell'Argentina, dell'Australia, dell'Ungheria, di Ucraina, Cina e Marocco.

Contemporaneamente alla manifestazione, si svolgerà la 18° edizione di Sol, il salone internazionale dell'olio extravergine di oliva, la sesta edizione di Agrifood Club, il salone dell'agroalimentare italiano di qualità , e Enolitech, dedicato agli accessori e alle attrezzature per la cantina e il frantoio.

Per chi ama il vino e non vuole rinunciare a sorseggiarlo anche all'ora di cena, c'è Vinitaly for you, un dopo salone serale, dove degustare la rossa bevanda con un sottofondo musicale, all'interno del Palazzo della Gran Guardia, da sabato 24 a martedì 27 marzo, dalle 18 alle 24.


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email