Ciao, sono Viola, la tata dei Grandi

di Monica Tappa 

Incontriamo Viola Cajo De Cristoforis, ideatrice del progetto La Tata dei grandi, che fa partire in questi giorni il primo laboratorio. Scopriamo assieme a lei di cosa si tratta.

Monica Tappa

Monica Tappa

EditorScopri di piùLeggi tutti


Viola Cajo De Cristoforis

Viola Cajo De Cristoforis

Ciao Viola. Il nome del tuo progetto, La tata dei Grandi, è curioso, ci vuoi spiegare di cosa si tratta? La tata dei Grandi è un concetto, un principio, l'idea che ogni individuo nasce libero. A lato pratico, dietro la parola La tata dei Grandi si cela un'associazione di promozione sociale. Dopo anni di esperienze diverse ho sentito l'impulso fisico e necessario di unire le mie passioni in un'unica attività. Continuavo a ripetermi: «Bambini, vela, fotografia... sì, i corsi di foto d'estate in barca a vela per ragazzi li ho fatti e li rifarò, ma qui, in città, d'inverno, lontani dalla natura... cosa mi posso inventare?».

E cosa ti sei inventata? L'idea è nata dopo anni di esperienze di vario tipo e da un momento di illuminazione collettivo. Dopo gli studi artistici, ho proseguito facendo un corso di fotografia. Dopo anni di gavetta come assistente ai fotografi una mattina ho deciso di attraversare l'Oceano Atlantico, andando così a ripescare la mia passione per la barca a vela, mia seconda casa fin da piccina. Dopo 8 mesi di barca non stop in giro per il mondo sono tornata sulla terra ferma. Qui ho iniziato la mia avventura alla Fattoria Aurora, una fattoria didattica a Caldirola, dove nei mesi estivi i bambini vengono per fare vacanza. Tre anni magnifici di collaborazione con la mia amica dell'asilo, Caterina Bernardi. Una bella coppia: stessa linea di pensiero, intesa perfetta, sintonia eccellente, energia da vendere, complicità intensa.

Qual è il tuo approccio al mondo dell'infanzia? Non ho fatto studi pedagogici, la mia è empatia. La mia fortuna è di non essermi dimenticata cosa pensavo da piccola, cosa avrei voluto dire o fare. Io credo fortemente che i bambini siano individui dal primo momento in cui mettono piede su questa terra, con i loro diritti, gusti, interessi, inclinazioni, caratteri, pregi e difetti. Hanno una loro testa, da sempre. Gli anni sono solo un mezzo e servono per riuscire a capire e esprimere quello che hanno dentro.

Cosa vuoi trasmettere ai bambini? Che loro sono persone libere. Libere di scegliere per loro stesse e che l'importante è, a prescindere dai loro gusti, che la loro scelta sia consapevole.

E arriviamo al progetto che prende piede. Sì. Grazie a un brain storming accompagnato da un tarallo e una fetta di salame, con la mia amica Carlotta e poi con Caterina, è nata La tata dei Grandi. Foto, cibo... Mi piace mangiare e la mia specializzazione è il food photography; le persone a cui mi rivolgo principalmente sono i bambini... et voila! Ecco cheLa tata dei Grandi può prendere il volo!

Quali sono gli obiettivi? Lo scopo dell'Associazione è quello di aiutare i bambini e i ragazzi di tutte le età a pensare attivamente alla propria indipendenza e allo sviluppo delle proprie capacità e competenze. L'Associazione ha inoltre lo scopo di seguire e sostenere le famiglie nella crescita dei figli sui medesimi obiettivi. Per la realizzazione delle suddette finalità La tata dei grandi si propone di svolgere diverse attività .

Cosa organizzi? Laboratori alimentari, corsi di gastronomia e arte culinaria con relative degustazioni. Attraverso il cibo si imparano molte cose: a partire dalla materia prima al concetto che il cibo ci dà energia, vita e che essendo qualcosa che andiamo a ospitare dentro di noi, è importante essere coscienti di cosa stiamo andando a ingerire. In più il cibo è legato alla tavola e al momento del pasto: ci insegna l'educazione e il rispetto verso quello che abbiamo nel piatto e verso chi ci è seduto accanto.

Come si svolgono, cosa accade durante i laboratori? I bambini preparano insieme una ricetta per poi alla fine fotografare la creazione che si andrà ad aggiungere al nostro libro di ricette!

Ma non è finita qui, mi sembra di intuire... Giusto. Oltre a questa attività legata al cibo ne verranno tante altre, sempre finalizzate all'autonomia del bambino. Ma per ora non vi voglio svelare nulla... Se siete curiosi tenetevi aggiornati sulla pagina Facebook: http://www.facebook.com/LaTataDeiGrandi

Un'ultima domanda, a chi ti rivolgi? Mi rivolgo a famiglie, genitori e figli di tutte le età. Quelli che organizzo sono laboratori di gruppo che si svolgono principalmente nella sede La tata dei Grandi (Zona Porta Venezia, 20129 Milano) e in orari dopo scuola. Sono laboratori per bambini delle scuole elementari, scuole medie e per genitori accompagnati o no dai figli, durante i quali si preparano sfiziose ricette. La Tata dei grandi si preoccupa anche di recuperare i bambini all'uscita di scuola e portarli alla sede del laboratorio dove insieme svolgono l'attività.

Per maggiori informazioni:

Viola Cajo De Cristoforis
Cell. 348.3835837
email: violacajo@hotmail.com
sito web: www.violacajo.it
facebook: http://www.facebook.com/LaTataDeiGrandi

DA STYLE.IT

  • Mamma

    La crescita del neonato e del bambino

    A che ritmi cresce un neonato? Quali sono i parametri da tenere in considerazione? Ecco il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Le coliche nel lattante: cause e rimedi

    Colpiscono il neonato nei primi mesi, ma ancora non si capisce da cosa possano derivare e come farle passare. Qui il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Svezzamento: tutto quello che devi sapere

    Lo svezzamento è un argomento delicato e molto vasto: a causa del mare magnum di pareri e consigli, le mamme non sanno più dove sbattere la testa. Qui il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Storie di mamme: le pappe bio di Mamma M’Ama

    Tre mamme alla ricerca della pappa perfetta da dare ai loro bambini: gustosa, nutriente, ma soprattutto sana. Sul mercato ancora non c’era e allora… l’hanno inventata loro!


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email