Vai all'Osteria di Pinocchio: mangi da favola!

di Monica Tappa 

In trasferta a Perugia per un evento di cui sono orgogliosissima (la presentazione del libro di Rossella Boriosi, tratto dal suo blog I miei tre figli sono figli unici) ho colto l'occasione per pranzare in compagnia di mia figlia settenne, di altri due bimbi e di due nonni speciali all'osteria di Pinocchio. Ecco le mie impressioni.

Monica Tappa

Monica Tappa

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Sono una persona che apprezza la buona cucina. Il buon vino. La compagnia a tavola. Gli ambienti accoglienti. Sono anche una mamma che a volte si trova in difficoltà a pranzare in giro perché ho una figlia bionda, esplosiva, dolcissima e vulcanica che, contrariamente a molti suoi coetanei, non ama i piatti pasticciati e la pizza la lascia lì dopo due bocconi, mentre si "scofana" quintali di pasta e riso, verdure crude o appena scottate (dai cavolfiori alle barbabietole), frutta, formaggi freschi, qualche cotoletta se proprio proprio. E che, esattamente come molti suoi coetanei, invece, si annoia terribilmente coi tempi lunghi di attesa delle portate.

In trasferta a Perugia (città che adoro) con la bionda settenne, per partecipare a un evento del quale sono orgogliosissima (la presentazione del libro di Rossella Boriosi, tratto dal suo blog su Style.it, I miei tre figli sono figli unici) non potevo perdere l'occasione di andare a curiosare cosa accade in uno dei ristoranti che promette un'esperienza gastronomica per adulti e bambini da vero Paese dei Balocchi: l'Osteria di Pinocchio, di cui avevamo parlato in un serivizio realizzato in occasione del 130esimo anniversario della nascita del burattino, nel 2011.

L'idea originale, in verità, era di partecipare all'animazione del sabato sera, ma la stanchezza ha avuto il sopravvento, e così abbiamo optato per il pranzo della domenica. In compagnia di altri due bambini, Lara e Davide, e di due meravigliosi nonni, Silvana e Sandro, siamo quindi arrivati attorno all'una, sotto un diluvio universale, ed è iniziata la nostra avventura.

Come è andata lo vedete nella gallery. Io, voglio solo aggiungere che l'Osteria di Pinocchio è nata nel 2010 dall'idea dei coniugi Micci, genitori di due bambini. E, a mio parere, questo particolare fa la differenza.

Per tutte le info sulle attività (feste a tema, compleanni, eventi speciali) dell'osteria di Pinocchio potete visitare il sito ufficiale: www.osteriadipinocchio.it

 

>> GUARDA ANCHE A PERUGIA CON MIA FIGLIA (PER UN'OCCASIONE SPECIALE)


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email