A Lovanio, nei luoghi must della birra

di Maurizio Maestrelli 

Tour negli indirizzi cult della città belga che ospita la più grande fabbrica di birra del pianeta. E dove, ogni sera, si celebra il rito più informale e amichevole di sempre: una pinta in compagnia…

Maurizio Maestrelli

Maurizio Maestrelli

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Lovanio l'ambigua. In senso buono però. Da un lato, la serenità e il silenzio delle vie del centro storico, dall'altro l'Oude Markt pieno zeppo di tavolini all'aperto dove tirano tardi le migliaia di studenti che frequentano la storica, celebre Università locale.

Lovanio sacra e Lovanio profana. Qui c'è il più grande centro belga del beghinaggio, sì proprio, quelle, "beghine", e la più grande fabbrica di birra del pianeta, quella della Stella Artois, nucleo primigenio della multinazionale leader del mercato globale, l'AB Inbev. Per la precisione va detto che, mentre le beghine, queste vedove di guerra che si proteggevano in case comuni in cambio del voto di castità, sembrano essere consegnate alla storia, la birra invece continua a scorrere a fiumi. Così, mentre del beghinaggio restano magnifici edifici storici, le birrerie continuano a essere popolate della "meglio gioventù" del Belgio e non solo.

A Lovanio ancora oggi ci sono circa 30 piccole birrerie, la birra fa parte dello stile di vita di intere generazioni, la prima birreria è nata nel lontano 1366, e il boccale spumeggiante segna il tempo libero come un orologio di precisione.

Lovanio è facile da raggiungere, direttamente dall'aeroporto di Bruxelles in 15 minuti di treno, e a Lovanio è facile restare. Una volta l'anno vi si celebra lo Zythos Beer Festival, appuntamento di rigore per tutti coloro che vogliono compiere un viaggio, anche culturale, nel più grande patrimonio gastronomico del Belgio; ogni sera, invece, si celebra il rito più informale e amichevole di sempre: quello di una birra in compagnia…

Info: www.turismofiandre.it


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email