Torte, quelle
che fanno bene

di Alice Politi 

Le hanno suggerite 33 food blogger, ispirandosi a spezie e viaggi del cuore (per cui tre di loro hanno anche ricevuto un premio!). Vallé ne ha raccolte 40 nella seconda edizione del ricettario C'è tort@ per te, il cui ricavato sarà destinato al fondo per la ricerca della Fondazione IEO, Istituto Europeo Oncologico

Alice Politi

Alice Politi

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Sapete che cosa possono fare le donne per le donne? Anzi, sapete che cosa può fare ciascuno di noi, nel suo piccolo, per dare un contributo concreto alla lotta contro i tumori e alimentare la ricerca di nuove cure salvavita?
Una torta. Sì, avete letto bene: ciascuno di noi può fare una torta. E possibilmente con la margarina, così risulterà più morbida e leggera (provare per credere!).

L'occasione ce la offre il libro C'è Tort@ Per Te 2, il secondo ricettario ideato da Vallé Italia (del primo ve ne avevamo parlato qui) e pubblicato da Trenta Editore al costo di 16 euro, in cui sono raccolte 40 ricette di torte semplici, suggerite da 33 fra i più autorevoli food blogger italiani.

A ciascuno di loro è stato chiesto di svelare una ricetta del cuore ispirata al tema del viaggio e delle spezie, ma anche di inviare un racconto legato alla ricetta stessa, pubblicato nel libro accanto al dolce.

Non solo: Vallé ha istituito un concorso per premiare il talento letterario dei food blogger e una giuria di esperti ha valutato i racconti di viaggio, decretando tre vincitori (cui è stato consegnato un viaggio-premio), uno per ciascuna delle tre categorie stabilite: Annamaria Pellegrino per Il viaggio più insolito, Laura Adani per Il viaggio dei tuoi sogni, Fedora d'Orazio per Lo stile più innovativo.

L'operazione più importante, però, è quella che lega questo ricettario Vallé alla Fondazione IEO (Istituto Europeo Oncologico) di Umberto Veronesi; i proventi delle vendite (oltre a una donazione iniziale di 20mila euro) serviranno a sostenere la ricerca sull'identificazione delle basi molecolari della chemioresistenza nel tumore al seno. Un contributo importante, in un momento economico che si rivela difficoltoso anche per trovare fondi che finanzino la ricerca oncologica.

Ma tali donazioni hanno anche un altro scopo ugualmente importante: trasmettono fiducia, rispetto, entusiasmo a un settore, quello della ricerca, dove la serie di fallimenti è di gran lunga superiore ai successi.

È cioè un modo diverso, ma efficace, per dire: "non siete soli nella vostra missione. Ci siamo anche noi a voler sostenere il vostro impegno e i vostri sforzi".

Perché è vero che i grandi risultati si basano sempre sulle piccole azioni.


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email