L'insostenibile
importanza del mixer

di Marina Lanza 

Sei alla ricerca del cocktail perfetto? Va bene, ma se tre quarti del tuo Gin Tonic è costituito da acqua tonica, fa' che sia all'altezza del gin di lusso. La notizia è questa: anche nei mixer, qualcosa di molto speciale c'è. E si chiama Fever-Tree

Marina Lanza

Marina Lanza

EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Tutto iniziò dall'osservazione di Charles Rolls (stratega del Playmouth Gin) e di Tim Warrillow (esperto marketing del luxury food). I due si incontrarono a far da giuria in un concorso di acque toniche negli Stati Uniti e notarono che la maggior parte di quei mixer era conservata con benzoato di sodio, o simili, e faceva uso incontrastato di aromi al limone di scarsa qualità e dolcificanti artificiali (saccarina). Questo, nonostante i liquori utilizzati per i cocktail fossero di gran valore. Da qui, l'idea: se tre quarti del drink deve essere un mixer, bisogna che sia all'altezza.

Così, nel 2004, i due decidono di produrre un'acqua tonica, che adesso supera le 10 varianti, usando solo ingredienti freschi e naturali: la Fever-Tree. Il nome deriva dall'albero di Chinchona (l'Albero della Febbre) dal quale si estrae il chinino: farmaco utilizzato per la cura della malaria, oltre che l'ingrediente che dà la punta d'amaro alla bevanda.

La prima uscita è stata la Tonic Water,appunto, con acqua di sorgente inglese, zucchero di canna e chinino esclusivo di una zona tra il Ruanda e il Congo. Poi, per allargare la gamma, hanno cercato il meglio. Per esempio, i limoni sono quelli delle colline dell'Etna, spremuti con la sfumatrice: un processo particolarmente delicato, per estrarre completamente gli olii aromatici della buccia. Ma anche il rosmarino e il timo-limone, che sono della Drome, una remota zona collinare ai piedi delle alpi marittime, nella Provenza. E così via. Si dice anche che abbia entusiasmato anche il famosissimo chef molecolare, Ferran Adrià .

L'ultimo nato è il Ginger Beer, a base di zenzero, con una miscela di tre tipi di rizoma da tre parti del mondo: zenzero verde della Costa d'Avorio, leggero e fresco, con sentori di lime; zenzero dalla Nigeria, dalle note classiche, particolarmente intenso; zenzero di Kichi, India, ricco e terroso, quasi come cioccolato, a integrare i due precedenti. Chi vi scrive, l'ha provato: da solo, ghiacciato. Ottimo.

Info: fever-tree.com

LEGGI ANCHE

>> Mario Pastori. L'apertivo più glam? Ispirazione anni '60

>> Mai vista una gara di cocktail?

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email