La cucina gay? Sull'orlo
di una crisi di nervi

di Francesca Martinengo 

Che non esistano due cucine, quella gay e quella etero, è un dato di fatto. Il libro Pomodori sull'orlo di una crisi di nervi. La vera cucina gay italiana di Alessandro Fullin è un manuale self help che spiega come cucinare "qualcosa di decente al proprio fidanzato, alla mamma di lui, alla vostra, agli amici che vengono a casa"

Francesca Martinengo

Francesca Martinengo

ContributorLeggi tutti


Foto: Alessandro Fullin autore del libro Pomodori sull'orlo
di una crisi di nervi. La vera cucina gay italiana

Foto: Alessandro Fullin autore del libro Pomodori sull'orlo di una crisi di nervi. La vera cucina gay italiana

I nomi delle ricette Tacchino in foulard, Torta Germanotta, Luxuria al Barolo, Mykonos Salad, non sono un dettaglio da tralasciare, perché anzi rappresentano l'indizio che ci porta a scoprire l'autore del libro: Alessandro Fullin, poliedrico autore-attore teatrale e personaggio televisivo presente in molti programmi, da Zelig a Nientology fino a G Day. Lo incontriamo a Torino perché da poco Alessandro ha preso casa all'ombra della Mole ed è molto soddisfatto della sua nuova città, oggi piena di vita e di creatività, così diversa dalla grigia factory town degli anni '70.

Come nasce l'idea di un libro di cucina? Anzi, di un libro sulla vera cucina gay italiana?
«Quando il mio commercialista mi informa che devo versare l'Iva, non so come, ma mi vengono sempre un sacco di idee surreali. E' successo anche stavolta».

Ti sei ispirato anche ad alcuni atteggiamenti "da diva" di certi starchef italiani? A proposito, molti di loro sono stati ormai innalzati al ruolo di sex symbol. Tu che ne pensi?
«Una volta i libri di cucina li scrivevano uomini dall'aspetto assai casalingo, oggi siamo arrivati al soft porno. Il mio libro quindi, visto il mio aspetto, direi che è un'opera in contro tendenza».

Il libro, oltre che di ricette, è molto "affollato": da soubrettes sul viale del tramonto o tramontate da un pezzo), da figure di mamme, da tutte le tipologie di ragazzi e uomini gay: pensi di ricavarne una commedia o una pièce teatrale?
«Il libro è stato un lavoro di équipe con le illustrazioni strepitose di Giovanni Battistini, le buone ricette di Stefano Chiara, i vini da abbinare di Adua Villa. Quello che mi interessa è combinare i generi: un ricettario utile che però faccia anche sorridere. Non credo però che diventerà una commedia. Nelle mie pièces le protagoniste sono spesso donne che non hanno molto tempo da dedicare ai fornelli».  
Tu oggi vivi a Torino: il Piemonte è una delle regioni italiane a più alto "tasso" enogastronomico. Quali fra i piatti sabaudi hai apprezzato di più?
Torino è molto pericolosa (per i fianchi). Nuoti nella cioccolata e tutti pazzi per le nocciole (le migliori del mondo...). Combinate assieme poi sono fatali».

Con Stefano Chiara, l'esperto di cucina nonché autore materiale delle ricette del libro (che, lo ricordiamo, sono state tutte testate), avete anche aperto cucinagayitaliana.it: l'idea di diventare il primo gay foodblog Made in Italy vi interessa?
«Un libro è un figlio assai dispettoso. Dopo averlo partorito lui diventa subito grande e se ne va per la sua strada. Abbinarlo con un sito è l'unico modo per avere un feed back con i tuoi lettori, che possono scriverti, commentare, criticare ma sopratutto spedirci le foto in cui posano insieme alle loro "presine" più agghiaccianti».

Nel tuo libro-ricettario incontriamo citazioni di icone gay, da Greta Garbo a Raffaella Carrà, da Lady (Gaga) Germanotta fino ad Amanda Lear e a Bette Davis: in questo caso i nomi con cui ribatezzi le ricette sono divertissments per sdoganare alcuni luoghi comuni sul mondo omosex?
«I luoghi comuni sono, appunto comuni ma al tempo stesso contengono alcune verità.
Le donne speciali hanno il potere assoluto di affascinare noi uomini. Gay o e etero non importa».

In conclusione, possiamo dire che il tuo libro introduce un nuovo concetto di cucina fusion?
«Il termine "fusione" mi sembra oggi molto importante perché ognuno non stia esattamente nella sua casellina ma si possa stare insieme, magari a tavola, qualunque sia il sesso del tuo attuale fidanzato».

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email