Come si diventa
food writer

di Francesca Martinengo 

Quando scrittura e cibo sono due grandi sogni: come coniugarli al meglio, costruendosi una professione. I consigli delle esperte

Francesca Martinengo

Francesca Martinengo

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

A ben guardare, il primo food writer fu il gastronomo francese Jean-Anthelme Brillat-Savarin che, con la Physiologie du goût (La Fisiologia del gusto, 1825), seppe mettere sulla carta non un manuale di tecnica culinaria, bensì riflessioni sulla civiltà e il piacere della convivialità.

Oggi, il food writing è un fenomeno culturale che va ben al di là della semplice tendenza e che non è solamente il post sul (food)blog, ma anche la scrittura di un diario di viaggio enogastronomico, di un libro autobiografico, di articoli su riviste di cucina, di una recensione di un ristorante per le guide. Scrivendo di cibo ci si può costruire una professione, ma come imparare, da dove incominciare? In Usa ci sono corsi online e persino app per tablets e smarthphones: e in Italia come possiamo orientarci?

Lo abbiamo chiesto ad alcune pro del settore: ecco un un how-to per scrivere di gusto.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email