TOur tlen, salviamo
il tortellino

di Martina  Liverani 

Da un simpatico gioco di parole che unisce i due simboli di Bologna, le torri e i tortellini, nasce TOur tlen, l'associazione fondata da 12 chef bolognesi. Obiettivo: far conoscere e rivisitare i piatti della tradizione

Martina  Liverani

Martina  Liverani

Contributor e Food BloggerScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Le torri e i tortellini sono i due simboli di Bologna più amati dai turisti e dai cittadini. Così con un simpatico gioco di parole è nata l'associazione TOur tlen che mette in rete 12 chef bolognesi (e non solo) accomunati dalla voglia di ridare slancio alla fama culinaria della città (da sempre soprannominata "La Grassa", per la tendenza non certo dietetica della sua cucina e la predisposizione dei bolognesi al buon vivere e al ben mangiare) puntando sui celeberrimi piatti della tradizione.

Non certo con spirito puramente nostalgico, piuttosto con l'idea che il meglio debba ancora arrivare, i 12 chef e ristoratori di TOur tlen hanno obiettivi molto chiari per dimostrare che lavorando insieme si possa far conoscere le eccellenze della cucina locale attraverso piatti conosciuti in tutto il mondo capaci ancora di stupire, grazie a inconsuete rivisitazioni o in grado di presidiare una tradizione di incommensurabile valore: un tortellino, ad esempio, sa essere un sapore della memoria ma anche uno spunto creativo.

I 12 chef coinvolti nell'iniziativa sono Riccardo Cattalani dell' Antica Locanda il Sole di Castel Maggiore, Vincenzo Cappelletti dellaCantina Bentivoglio, Simone Ropa deLa Bottega di Franco, Corrado Vitale di Polpette e Crescentine, Massimiliano Poggi delRistorante Al Cambio, Fabio Biagi delRisorante Biagi, Stefano Aldreghetti delRistorante da Poggi di Venezia, Lucia Antonelli dellaTaverna del Cacciatore di Castiglione dei Pepoli, Lino Rossi delRistorante Franco Rossi, Claudio Sordi delRistorante La Piazzetta, Marcello Leoni delRistorante Leoni e Mario Ferrara delRistorante Scacco Matto.

Durante l'anno, ogni ristoratore di TOur Tlen proporrà ai bolognesi e a i turisti i grandi piatti della tradizione rivisitati secondo il proprio gusto e stile culinario. Sono già in programma due appuntamenti da segnare in calendario: la seconda edizione del Festival del Tortellino che si terrà il 4 ottobre (giornata in cui i bolognesi festeggiano anche il patrono San Petronio) e l'inedito Festival della Lasagna (altro mito della cucina emiliano romagnola fissato per il 25 e il 26 marzo prossimi. E intanto Bologna si prepara a indossare un nuovo soprannome "la Foodie".

LEGGI ANCHE:

>> Gli chef da tenere d'occhio

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email