Amaretti di Modena

di Cristina Orlandi 

Pasticcini deliziosi, ottimi in mille occasioni

Cristina Orlandi

Cristina Orlandi

Food EditorScopri di piùLeggi tutti


Foto: Corbis

Foto: Corbis

Ricetta nota sin dai primi del '900, tanto da essere oggi certificata dalla Camera di Commercio di Modena con il Marchio Tradizione e Sapori di Modena. La ricetta tradizionale prevede l'utilizzo di mandorle dolci e mandorle amare (armelline), in merito alle dosi,  ogni famiglia ha i suoi segreti che tramanda gelosamente alle generazioni successive.Questi pasticcini sono ottimi da servire in molte occasioni, provali con il tè, ma anche come dessert, ad esempio accompagnati con crema zabaione. Possono diventare l'ingrediente di torte, mousse e semifreddi, ma anche di preparazioni salate come i tortelli di zucca. Consiglio di prestare particolare attenzione alla cottura, infatti, gli amaretti devono risultare friabili all'esterno, ma morbidi all'interno. Saranno perfettamente cotti quando avranno il colore caratteristico della crosta di pane.

Per scoprire i dettagli della preparazione, clicca qui!

 


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email