Carpaccio, che delizia!

di Cristina Orlandi 

Di manzo o di vitello, di salmone o di pesce spada, di tonno ma anche di zucchine, carciofi e persino di frutta. Ecco tante idee per dare il giusto "taglio" al tuo menu!

Cristina Orlandi

Cristina Orlandi

Food EditorScopri di piùLeggi tutti

 
ConfermaAnnulla
Caricamento
    ConfermaAnnulla

    Il carpaccio è un piatto a base di fettine tagliate molto sottili, in genere di carne cruda (manzo o vitello) condita con olio, sale e pepe, alcune volte si aggiungono scaglie di parmigiano, limone o altri ingredienti a seconda della versione.

    Il nome si deve al fondatore dell'Harry's Bar di Venezia, Giuseppe Cipriani, che negli anni '60, in occasione della mostra di Vittore Carpaccio, presentò questo piatto che ricordava il colore rosso che il pittore era solito utilizzare nei suoi dipinti. Da allora con il termine carpaccio si vanno ad indicare tutte quelle ricette in cui gli alimenti vengono tagliati molto sottilmente e sono crudi, quindi non solo carne, ma anche pesce, frutta e verdura.

    In verità questa ricetta prende spunto da una ricetta della tradizione piemontese, la carne all'albese.


    Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email