Miele: gusto,
tradizione e... ricette!

di Cristina Orlandi 

Con il pecorino, l'anatra oppure il gelato. In sei ricette (e in una cena-evento milanese) i mille profumi del miele per rendere ancor più speciali le tue creazioni

Cristina Orlandi

Cristina Orlandi

Food EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Il miele è un vero condensato di fiori, a seconda della fioritura da cui le api traggono il nettare, si avrà una variante, diverso il profumo, la consistenza, il colore ed il sapore. Anche l'utilizzo dipenderà dalle tantissime possibilità che la natura ci offre.

Miele di acacia, limpido, delicato e dolce; miele di castagno, dal colore scuro e dal sapore forte; miele di corbezzolo dal colore bianco-beige e dal sapore erbaceo; miele di zagara, bianco e intensamente profumato, che richiama decisamente il fiore di arancio, dal sapore raffinato ma deciso.

Tantissime fragranze tra cui scegliere e con le quali potersi divertire in cuicina creando contrasti e assonanze di sapori. Al naturale o per accompagnare altri ingredienti, il miele darà sempre un tocco di raffinatezza alla tua tavola.