Menu ispirazione Bottura

di Cristina Orlandi 

Tre incontri in tre città simbolo: New York, Washington D.C. e Los Angeles. Un viaggio di profumi, sapori e tradizioni del Belpaese. Proviamo a prendere spunto dal menu offerto per A Taste of Italy e creato dal celebre chef Massimo Bottura

Cristina Orlandi

Cristina Orlandi

Food EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

E' stata organizzata nell'ambito dell'Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, l'iniziativa A Taste of Italy, curata da sette eccellenze dell'enogastronomia del Belpaese: S.Pellegrino, Frescobaldi, Donnafugata, Masi, Berlucchi, Alma e lo chef Massimo Bottura. Tre le città simbolo degli Stati Uniti coinvolte nel progetto: New York, Washington D.C. e Los Angeles, le quali hanno ospitato personalità illustri del mondo enogastronomico, cinematografico e artistico.

Guest star dell'evento, il celebre chef emiliano dell'Osteria Francescana, Massimo Bottura, che ha mostrato l'immenso patrimonio gastronomico italiano attraverso un viaggio di sapori.

Si parte dalla Sicilia con una granita di mandorle di Noto, capperi e origano selvatico di Pantelleria, concentrato di caffè, bergamotto, sale alla vaniglia.

Dalla Sicilia si passa al Golfo di Napoli con del Baccalà Mare Nostrum, limoni di Sorrento, pomodori del 'piennolo', olive verdute e colatura di alici.

Poi si arriva a Modena con un capitone laccato con saba e Amarone, accompagnato da una crema di polenta e da un estratto di mela campanina.

In onore del formaggio dell'Emilia Romagna si gusterà il Risotto "cacio e pepe". Una reinterpretazione del tipico piatto romano ma realizzato esclusivamente con del Parmigiano Reggiano al posto del pecorino.

Ci si trasferisce poi in Toscana con del Vitello arlecchino: non grigliato, filetto di vitello, cotto a bassa temperatura, per conservarne tutti gli umori, profumato al rosmarino e al carbone vegetale, con clorofilla aromatica, salsa balsamica Villa Manodori con l'intensità e la forza del Brunello, centrifugato di rapa rossa e crema di patate all'olio Evo Laudemio.

Si termina in dolcezza con un Paciugo di mascarpone come fosse Tiramisu, una rivisitazione di Bottura del classico dessert della tradizione italiana.


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email