Le ricette dei Papi

di Cristina Orlandi 

I cuochi dei pontefici hanno raccontato la vita intorno al soglio papale da un punto di vista molto particolare, quello della tavola. Grandi banchetti o semplici pasti per coloro che hanno segnato la storia della Chiesa. Ecco un vero menu da papi!

Cristina Orlandi

Cristina Orlandi

Food EditorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

La storia racconta di importantissimi cuochi come Bartolomeo Scappi, cuoco secreto (personale) di Pio V, prima di lui lavorò anche per Pio IV e per Giulio III. Scappi scrisse un trattato di enogastronomia, l'Opera che ci ha fatto conoscere molte delle ricette dell'epoca e anche ciò che accadde durante il Conclave del 1549 che, dopo ben 71 giorni, elesse Giovanni Maria Ciocchi del Monte al soglio pontificio con il nome di Papa Giulio III. Bartolomeo Scappi ci racconta che erano previsti quattro servizi, due freddi e due caldi, ognuno dei quali era composto fino a 10 portate.

Il menu-tipo del Conclave del 1549 prevedeva per i servizi di credenza (freddi): lingue di manzo cotte nel vino; pasticcio di capriolo ricoperto di zucchero, pepe, cannella, chiodi di garofano, noce moscata e fiori di finocchio. I servizi di cucina (caldi): anatra con prugne e visciole secche; storni stufati con cervellate e cardi.

Anche Benedetto XVI, il Papa che ha stupito e fatto commuovere il mondo intero con le sue dimissioni, aveva un cuoco che prediligeva, Sergio Dussi, al quale fu commissionato il compito di preparare il menu per il suo ottantacinquesimo compleanno: flan di zucchine con crema allo zafferano, a seguire un risotto con asparagi bianchi di Bassano, per secondo dei medaglioni di faraona disossata e farcita con spinaci al burro e, per finire, una sacher torte.

In attesa di conoscere quali saranno i piatti preferiti del nuovo Pontefice, scorri la Gallery, gusterai alcune ricette che si avvicinano a quelle offerte per il Conclave del 1549 e piatti simili a quelli prepararati in occasione dell'85esimo compleanno di Benedetto XVI.

Fonte: Ansa.it


Iscriviti alla NEWSLETTER DI CUCINA inserendo il tuo indirizzo email