Il lavoro può far ammalare? Di notte dormi poco e male, sei intrappolata in una spirale di pensieri negativi, hai paura di tutta la montagna di fogli che si accumula sulla tua scrivania… Se il lavoro ti crea malessere, corri ai ripari seguendo i consigli di Hans-Peter Unger, psichiatra tedesco, autore, con Carola Kleinschmidt, di Quando il lavoro ci fa ammalare (ed. Tecniche Nuove).

RISULTATI
 
Pix 82 mesi fa

Inevitabile dire che i sintomi ci sono e ci sono stati, oltre a tutto ciò che devo combattere con gli attacchi di panico sto in cura (e ne soffro da due anni), ma sento che non mi basta. Cerco un obiettivo da raggiungere, un qualche cosa che possa tirarmi fuori dal tunnel, vedo la luce ma non ci riesco ad arrivarci, ho un lavoro che mi piace, ma l'ambiente è soffocante e deludente, oltre che subdolo, tutte clausule che fanno parte della quotidianità di tutti ( o quasi) ma non riesco ad accettarlo, è contro ogni mio pensiero e stile di vita. Ho un compagno meraviglioso, sono 2 anni che conviviamo e 3 ( fatti ieri ) che stiamo insieme e ci conosciamo, seppur di corsa quello che abbiamo conosciuto di noi ci piace con pregi e difetti, il problema è sempre lo stesso il mondo esterno per noi "il lavoro" nel particolare ci stressa ci annebbia, ci fa perdere "la sensazione dei sensi" (scusate il gioco di parole). Che dire a quasi 28 anni mi sento vecchia perchè vorrei aver raggiunto il mio obi

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).