Sesso e amore

Come contrastare il calo della libido

È uno dei problemi sessuali femminili più comuni. Un disturbo che colpisce tra il 24 ed il 43% delle donne e che può provocare squilibri e rotture all'interno della coppia. Il calo della libido, ovvero la diminuzione del desiderio sessuale nei confronti del partner, può essere il frutto di una disfunzione ormonale o di disagi psicologici, e può anche essere dovuta all'utilizzo di farmaci come antidepressivi, ansiolitici, diuretici e contraccettivi. In tutti i casi, comunque, provoca le stesse conseguenze: l'intesa col partner si spezza, lui si sente di colpo rifiutato e lei non sa come interpretare questa nuova situazione. Esistono tuttavia dei modi per affrontare il problema e riportare il desiderio ai livelli normali. Ne abbiamo parlato con la psicologa e psicoterapeuta Sara Ginanneschi, dell'Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento e Terapia Comportamentale e Cognitiva.

RISULTATI
 

Purtroppo l'articolo è stato pubblicato con alcune inesattezze. Al punto 1, non ho mai dichiarato che una donna con disturbo sessuale ipoattivo se adeguatamente stimolata può tornare ad una situazione di normalità, bensì che può avere una soddisfazione sessuale assolutamente normale (che è ben altra cosa!). Cordialmente Dr.ssa Sara Ginanneschi

Lidia 73 mesi fa

Non tengo nemmeno conto di quanti acronimi, "acronym nation" abbia usato per far nascere delle patologie che a me sembrano un pò irrazionali come l'ADHD, però secondo me l'eziologia del problema ha tutto il fulcro nel suo equilibrio. Da una parte perdere l'interesse verso il proprio partner è dovuto alla mancanza a volte di nuovi stimoli di cui gli ominidi hanno bisogno, vista la promiscuità dei primati da cui discendono, di appagare fisiologicamente e con molta più razionalità, dall'altro questo lento calo del desiderio può sempre rappresentare il momento giusto per ritrovare quel benessere di stare da soli e di aver raggiunto del tutto un punto d'equilibrio (prima spodestato) che il sesso necessariamente doveva riassestare. E' un po dualistica come affermazione, però credo sempre che sia una questione di equilibrio, non ha un quadro clinico, a meno che uno non voglia a tutti i costi ostentare all'inverosimile e a malincuore un rapporto di coppia zombificato, perdonate il termine

vale 73 mesi fa

di questo "how - to" si legge solo il primo punto, gli altri quattro non compaiono....sono giorni...mi interesserebbe leggerlo.... grazie

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).