Steampunk: design e fantascienza a Oxford

26 novembre 2009 
<p>Steampunk: design e fantascienza a Oxford</p>

(In foto: Underground Explorer by Tom Banwell)

Cercate di immaginare il design dell'I-Pod se fosse stato creato in epoca Vittoriana. Come apparirebbe la tecnologia di oggi se fosse stata inventata allora? La risposta la dà la corrente Steampunk, sbocciata fra gli anni '80 e '90.

Influenzata dai romanzi fantascientifici del XIX secolo di Jules Verne, Mark Twain o Mary Shelley, prende il nome dal vapore ("steam"), forza motrice delle nuove tecnologie di allora. Pone quindi l'accento più sulla meccanica combinata all'estetica vittoriana rispetto al movimento di cui è considerato la variante, il Cyberpunk, che si concentra più sull'elettronica.

Il Museum of the History of Science di Oxford dedica a questo filone la sua prima mostra con creazioni di 18 artisti Steampunk provenienti da tutto il mondo ed una serie di eventi ad essa collegati.

La mostra è aperta fino al 21 febbraio 2010.

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).