Roy Lichtenstein, the King of Pop (Art)

25 gennaio 2010 

Roy Lichtenstein è stato capace di avvicinare generazioni grazie allo stile così riconoscibile e al linguaggio universale Pop.

Ma il re della Pop Art non ha iniziato così, con fumetti giganti a colori fluorescenti.
Ce lo spiega la Triennale di Milano fino al 30 maggio, che lo fa tornare in Europa con una grande retrospettiva. Per la prima volta vengono prese in esame le opere nelle quali Lichtenstein ha rivisitato le immagini che fanno parte della storia dell'arte moderna.

Oltre cento lavori su tela, la maggior parte di grande formato, e poi disegni, collages e sculture. E così attraverso i suoi occhi e il suo geniale punto di vista riviviamo Cubismo, Espressionismo, Futurismo, Modernismo, Action Painting, perfino i generi del paesaggio e delle nature morte.

La suddivisione è per temi: partiamo dagli anni '50, raramente esposti. Qui Lichtenstein elabora diverse strategie artistiche per ripresentare William Ranney e Emanuel Gottlieb Leutze. Vengono subito alla mente l'astrattismo europeo, Paul Klee e Picasso.

Ecco comparire sulle tele immagini che in seguito ci aspetteremo da lui: la cultura americana all'ennesima potenza, il Far West, gli indiani e i cow-boy.

Nei primi anni '60 invece troviamo ispirazioni e "riproduzioni" più recenti: Picasso, Matisse, Monet, Cézanne, Léger. Sarà qui che Lichtenstein definirà il suo stile  e prenderà il via il periodo che l'ha reso famoso: quello della Pop Art.

A voi scoprire quale Roy preferite, ora che  finalmente potrete guardare al di là dei bellissimi ma già tanto conosciuti fumetti.



Info in pillole

Cosa: Roy Lichtenstein  Meditations on Art, retrospettiva artistica
Dove: Milano, La Triennale, viale Alemagna 6
Quando: dal 26 gennaio al 30 maggio, tutti i giorni 10.30-20.30,  giovedì 10.30-23.00, lunedì chiuso

Ingressi: Intero 9 €
Ridotto 6,50-5,50 €

Info: www.triennale.it

Catalogo: Skira

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).