L'ultimo pasto

08 febbraio 2010 
<p>L'ultimo pasto</p>

Non un commento né una condanna. Le immagini dell'artista britannico James Reynolds sono nude in tutta la loro drammatica espressività. La sequenza delle fotografie ritrae i vassoi arancioni con le ultime cene dei condannati nel braccio della morte di una anonima prigione statunitense.

Reynolds ha allestito i vassoi con le richieste delle ultime cene documentandosi su un libro dedicato alla pena di morte, intitolato proprio Last suppers, dove vengono elencati i piatti scelti e consumati da uomini che di lì a poche ore avrebbero affrontato la pena capitale.

Un condannato ha chiesto pollo fritto e patatine del suo fast food preferito, un altro frutta esotica, poi ciambelle, sigarette e frullati al cioccolato e poi un altro si è accontentato, chissà perché, solo di una piccola oliva nera.

Tags:
Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).