Un week-end alla scoperta dell'Italia con il FAI

25 marzo 2010 
<p>Un week-end alla scoperta dell'Italia con il FAI</p>

Bentornata, Primavera! Con l'inizio della nuova stagione parte anche, come ogni anno, l'edizione Giornata Fai di Primavera.

Compie diciotto anni l'iniziativa che celebra le bellezze d'Italia con l'apertura straordinaria, sabato 27 e domenica 28 marzo, di 590 monumenti in tutte le regioni italiane. Non solo: i siti aperti per l'occasione sono luoghi preziosi, nascosti e rari.

Organizzate dal Fondo Ambiente Italiano, le due giornate danno la possibilità di accedere a questi gioielli eccezionalmente aperti al pubblico con un contributo libero. Non esiste un biglietto d'ingresso: ciascuno contribuisce come può e come crede.

Questo perché, se negli anni i monumenti visitabili del Fai sono aumentati, sono cresciute anche le necessità economiche per salvaguardare un patrimonio storico così vasto.

Il contributo di ognuno diventa quindi gesto simbolico di appartenenza nazionale e aiuto concreto all'obiettivo comune della Fondazione di proteggere e conservare  le opere più belle d'Italia.

Tanti i luoghi che meritano una visita, a cominciare dalla Casa Verdi a Milano, casa di riposo voluta dal Maestro per ospitare musicisti bisognosi d'aiuto, a Palazzo Chigi a Roma, dal Complesso della Misericordia a Venezia al cinquecentesco Palazzo Grimaldi "della Meridiana" a Genova.

Aperti al pubblico anche ville (Villa Aldini a Bologna e Villa Gromo di Ternengo a Robecco sul Naviglio - Mi), teatri (Piccolo Teatro a Milano), castelli (Castello di Misilmeri vicino a Palermo), biblioteche (Biblioteca Braidense a Milano), zone militari (Arsenale di Taranto), borghi (Sansepolcro -Ar), architetture contemporanee (la nuova sede Campari a Sesto San Giovanni - Mi), giardini (le limonaie del Garda).

Tutti da vedere anche i Beni del FAI, dal Castello di Masino a Caravino (To) al Giardino della Kolymbetra nella Valle dei Templi di Agrigento.

Oltre ai singoli siti storici, in programma anche itinerari, escursioni ed attività sportive: un percorso di pellegrinaggio tra i 4 santuari francescani a Rieti, una passeggiata nel quartiere medioevale della "Pigna", la parte alta di Sanremo, e per chi ama gli sport estremi, un giro in parapendio sul monte Scalambra a Serrone (Fr).

Per l'elenco completo dei siti visitabili consultare il sito www.fondoambiente.it e www.giornatafai.it oppure chiamare allo 02.89780115 (24 ore su 24).

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).