100 foto per i Diritti dell'Infanzia

20 aprile 2010 
PHOTO GIACOMO PIROZZI -

100 foto che raccontano bambini speciali. Bambini che cercano di essere bambini anche nei Paesi in via di sviluppo.  Solo una piccola parte dell'immenso bagaglio fotografico e umano che Giacomo Pirozzi ha raccolto in 19 anni come fotografo ufficiale dell'UNICEF.

La mostra The Rights of Children, che si tiene a Perugia alla Rocca Paolina dal 20 al 25 aprile nel contesto dell'International Journalism Festival (21-25 aprile), vuole celebrare il ventesimo anniversario della nascita della Convenzione dei Diritti dell'Infanzia (1989-2009) e il duro lavoro che si compie ogni giorno per mano dell'UNICEF nei 156 Paesi in cui vengono attuati i programmi di sviluppo e di tutela dell'organizzazione.

Le immagini parlano da sole: spaccati di vita che a noi sembrano inverosimili costituiscono invece realtà quotidiana per l'infanzia nei Paesi in Via di Sviluppo.
E allora, paradossalmente, è proprio a partire dai ritratti dei bambini a cui questi diritti vengono negati che si raccontano i principali articoli della Convenzione dei Diritti dell'Infanzia. Quello di Pirozzi è un punto di vista silenzioso e colmo di tenerezza, senza sentimentalismi a sbavare la bellezza delle inquadrature, come se l'obiettivo fosse semplice prolungamento di uno sguardo preoccupato e attento.
Le fotografie di Giacomo Pirozzi sono tratte dal libro The Rights of Children edito per Unicef (Edizioni Imprinting) e fortemente voluto da Paolo Allori.  
Una parte dei proventi della vendita andrà al Comitato Italiano per l'UNICEF per il progetto "Scuole per l'Africa". Il libro, redatto in inglese e italiano, è acquistabile on line, al prezzo di euro 37, all'indirizzo: www.therightsofchildren.com.

Info in pillole
Cosa
: The Rights of Children, mostra fotografica di Giacomo Pirozzi
Dove: Perugia, Rocca Paolina (Sala CERP), Piazza Italia
Quando: dal 20 al 25 aprile, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19.30
Info: www.ijf10.org; www.therightsofchildren.com
Ci piace perché: in un contesto internazionale come il Festival Internazionale del Giornalismo è doveroso parlare dei passi che dobbiamo ancora fare perché la Convenzione venga rispettata universalmente

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).